Amagami - Builder, forum, mappa, economia e città

Buongiorno cari utenti,
passato Halloween in una veste alquanto atipica rispetto al passato, passiamo direttamente a parlare di Amagami, facendo prima di tutto una carrellata di quanto abbiamo dichiarato in questi giorni:
come ben sapete abbiamo aperto le candidature per il settore building: queste sono state annunciate in quanto siamo entrati in quella fase dove la mappa ha cominciato a vedere la luce ed è possibile già costruirci sopra, con, ovviamente, attenzione e interesse.
Per questo chiediamo a chiunque conosca persone interessate alla costruzione di farsi avanti: le possibilità di portare il proprio contributo e il proprio estro nel server è disponibile e sono sicuro che, tra voi, si nasconde qualche creativo che ha voglia di far qualcosa di simpatico che gli utenti ritroveranno nelle loro esplorazioni, quindi perché non provarci? :wink:
Per il forum, invece, come avete potuto vedere, ha visto la reintroduzione di alcune funzionalità largamente richieste in passato, tra cui maggiori sottosezioni e le firme (queste ultime visualizzabili solo se l’utente vuole vederle) e, perciò, riteniamo che, rispetto alla precedente era, la fruizione della piattaforma durante il gioco sarà migliore e meno problematico.
Siamo anche allo studio, per le sezioni private, di collegare direttamente il gioco con il forum consentendo quindi zero tempi di attesa per l’abilitazione e l’esclusione degli utenti per l’accesso a queste ultime, consentendo quindi di poter scrivere in tutta sicurezza senza temere spie (sempre che non siano cittadini ;).
Parlando invece di nuovi argomenti siamo a spiegare oggi la fruizione delle mappe e di economia:
la mappa principale, dove verranno costruite le città, è di nostra fattura e non verrà mai resettata: questo porterà quindi a un regolamento più stringente per quanto riguarda la deturpazione e si disabiliteranno le esplosioni, evitando così che la mappa possa diventare schifosa a vedersi.
Sarà invece presente la mappa delle risorse, la famosa Forgondur, la quale vedrà una presenza di minerali variabile (a seconda di come verrà rilevata l’economia del server o per specifici eventi) e che verrà resettata ogni tot tempo per consentire che le risorse non vadano a sparire grazie ai minatori esperti presenti nelle città e nel gioco.
Il nether sarà abilitato e accessibile per consentire la ricerca della netherite e affrontare i dungeon qui presenti e, anche questo, verrà resettato nel corso del tempo.
L’end, invece, viste le sue dimensioni ridotte e la sua poca utilità, verrà disabilitato, ma i blocchi e gli item ritrovabili solo al suo interno saranno in vendita nel server (con ovviamente valuta del gioco) o tramite dungeon e, perciò, non dovrebbero esserci problematiche.
Le mappe, come da tradizione, avrannpvpo il pvp attivo sempre, salvo grosse problematiche tecniche (che non dovrebbero ripetersi come invece nella precedente era) e daranno modo di affrontarsi in maniera più semplice anche grazie al plugin che eviterà, durante un combattimento, l’ingresso in zone no pvp o il t spawn durante il periodo in cui è attivo per il singolo utente il combat log (a 15 secondi).
Per rispondere invece alla richiesta sull’economia, come anticipato in passato, l’economia si baserà sul diamante, risorsa che ha una rarità “giusta” per essere valuta del server e che darà modo di essere convertita per valuta del server e darà quindi modo di poter “minare” per ottenere i soldi, attività che, sono sicuro, molti di voi trovano rilassante e utile in “Minecraft”.
Esisteranno comunque altri metodi per guadagnare soldi tra cui i famosi appalti di cui abbiamo parlato qualche aggiornamento fa per le “società private” (e, perciò, non accessibili alle città e nazioni), contest building, contest gdr, eventi in game, minigiochi, dungeon e bonus estemporanei come, a esempio, quelli dati dal master gdr.
Lo staff, a differenza del passato, si riserverà il diritto non solo di cambiare il valore del diamante (o per particolari eventi o per contrastare fenomeni di deflazione o inflazione) ma anche di aumentare o diminuire la presenza di quest’ultimo nella mappa delle risorse.
Ovviamente per evitare di dover sempre intervenire (uno dei problemi maggiori nella precedente era è stata l’inflazione dei soldi) abbiamo elaborato metodi di spesa che siano costanti e che diano modo, quindi, non solo di dare sensatezza di avere soldi nelle tasche di ognuno, ma anche di rimuovere, senza sforzo, moneta dal gioco.
Scopo di questa era vuole essere quella di offrire a tutte le categorie di player la possibilità di poter contribuire e di evitare quindi che venga contato solo un aspetto o un altro per la sopravvivenza della città.
Le città, a differenza della precedente era, avranno una propria nazione alla quale appartenere e, come nuova novità introdotta da Towny, avranno una modalità chiamata “bancarotta”: le città, perciò, non falliranno immediatamente se il loro conto cittadino arriva a zero ma subiranno il mantenimento fino a una certa soglia negativa che darà modo, quindi, anche di fronte a una truffa potranno rifarsi.
La bancarotta, però, non permetterà una serie di azioni, tra cui quella di invitare utenti e claimare ulteriori territori.
Le informazioni di oggi dovrebbero essere belle corpose che daranno modo ai progettisti delle città di fare i propri piani e siamo disponibili per rispondere a eventuali altre domande.
Augurandovi una buona domenica vi ricordiamo di votare nell’ultimo sondaggio per un’eventuale server RP di GTA 5 e di entrare nel gruppo ufficiale di telegram:


goldr31

7 Likes