Concilio di Ardetia

kOF80hS.png

Secondo le disposizioni dello Statuto e per concessione di S.A.R., viene istituito il Concilio di Ardetia.

Descrizione:

Il Concilio è un'assemblea composta da tutta la Nobiltà di Ardetia. Essa è l'unica istituzione cittadina in grado di legiferare su concessione di S.A.R.

Nobili:

-Friedrich Conrad Tìvon, Primo Ministro di Ardetia (tione95)

-Albercht Heinrich Alois, Alto Lord Cancelliere (Farumir)

-Kevin Brandon Vombàs, Alto Commissario degli Affari Esteri (Vombato)

-Jonathan Joestar (Wlpain92)

-Joseph Joestar, Segretario al Ministero dell'Economia e delle Finanze Statali (MrBolz)

-James Lucius McGonangall, Alto Segretario di Stato per le Comunità ed il Governo locale (Nonnonao)

-Eleanor Keleàn, Minstro della Giustizia (Kaeleanor)

-Thomas Sirfall, Ministro dell'Economia (Elsifo92)

-Alain Cuthbert Guverich, Generale dell'Armata Reale (Bolladin)

-Charles Edward Dijèmas (DjMatty95)

-Andrew Drey, Generale dell'Armata Reale (Haundrey)

-Angelìka Mòrgoleval (MomokoUNBOUND)

-Wander B. Kaine (Baron_Kane)

-Hans Valid (Valid95)

Io, Alysian Elendir, Regina di Ardetia, con il potere conferitomi e secondo le direttive dello Statuto, nomino membro della Parìa di Ardetia Lord Andrew Drey.

S.A.R.

Alysian Elendir

pDu1vHR.png?1

Ufficializzo la carica di nobile per Haundrey

Votazione del 20 Lebis 2801

-Il Consiglio dei Ministri, l'Alto Concilio Privato di Sua Maestà, il Concilio della Parìa di Ardetia approva all'unanimità l'istituzione dei Sottoprefetti e del Concilio Minore, così regolamentati:

Sottoprefetti

1) La nomina deii Sottoprefetti compete esclusivamente a S.A.R.

Essi aiutano i prefetti a svolgere le loro mansioni.

2) I Sottoprefetti seguono le direttive reali, ministeriali, parlamentari e prefettuali.

3) Ai Sottoprefetti non è permesso sanzionare i cittadini.

Concilio Minore

1) Tutti i cittadini di Ardetia, in base al censo, hanno diritto di sedere al Concilio Minore.

2) Per sedere al Concilio Minore il cittadino deve versare 500z iniziali al Ministero dell’Economia.

Ogni 8 anni sarà richiesto un versamento di 150z per mantenere il seggio.

3) Il voto del Concilio Minore è puramente consultivo, tranne per i casi descritti nello Statuto.

Il voto del Concilio Minore non è vincolante per il Concilio della Parìa di Ardetia.

4) È richiesta una votazione del Concilio Minore per le dichiarazioni di guerra e per le leggi atte a modificare il Concilio Minore stesso.

5) Il Concilio Minore può proporre leggi al Concilio della Parìa di Ardetia se esse vengono prima approvate dalla maggioranza del Concilio Minore.

6) Il Concilio Minore è presieduto dall’Alto Lord Cancelliere.

- S.A.R., Alysian Elendir , attraverso decreto reale, approva lo Statuto Reale dell'Esercito.

Art 1. Sua Altezza Reale è il supremo comandante delle forze armate di Ardetia.

Solo S.A.R. può designare i comandanti del Alto Comando Unitario.

Solo S.A.R., assieme al Concilio con voto unanime, può dichiarare lo stato di guerra.

Art 2. Ogni cittadino abile ha a disposizione la facoltà di unirsi alle forze Ardetiane ed essere inserito in uno dei suoi reparti.

Art 3. Ogni cittadino così reclutato dovrà osservare regolamenti e giuramenti imposti:

•Fedeltà integerrima a S.A.R., il regno e le sue istituzioni;

•Rispetto delle scale gerarchiche interne della propria unità;

•Obbligo alla presenza in caso di chiamata;

•Obbligo di mantenere un comportamento decoroso et privo di vergogna alcuna;

•Obbligo al mantenimento della propria dotazione;

•Obbligo a non prestare servizio per conto di terzi;

Qualsiasi atto che vada contro a questi principi sarà duramente giudicato e punito dal Reale Tribunale Militare.

Art 4. Il comando delle forze armate di Ardetia riunite nell’ A.C.U. è delegato al Feldmaresciallo e all’Alto Ammiraglio della flotta e dell’aria e al loro entourage.

Le decisioni dell’A.C.U. in ambito militare e strategico hanno valore immediato e possono essere messe in discussione solo da S.A.R.

Art 5. Il Reale Tribunale Militare si occupa di ogni reato perseguibile commesso nell’ambito militare.

Il Reale Tribunale Militare ha giurisdizione su ogni tipo di provvedimento attuato all’interno dell’esercito, pur passando attraverso il Ministero della Giustizia per effettiva esecuzione.

Il Reale Tribunale Militare è composto dai membri dell’A.C.U. con l’aggiunta di eventuali altre cariche, a discrezione del Tribunale stesso.

Art 6. Le forze armate di Ardetia si articolano in due divisioni principali: Terrestre ed Aeronavale.

Art 7 Le divisioni si articolano nelle seguenti sottodivisioni:

•Divisioni Aeronavali:

Flotta Reale Ardetiana Divisione “Folata”;

Flotta Reale Ardetiana Divisione “Brezza”;

Flotta Reale Ardetiana Divisione "Tornado”;

Flotta Reale Ardetiana Divisione “Zefiro”.

•Divisioni Terrestri:

Corpo Reale Fenice Divisione “Vampata”;

Corpo Reale Fenice Divisione “Ardore”;

Corpo Reale Fenice Divisione “Vecchia Fiamma”;

Corpo Reale Fenice Divisione “Incendio”.

Ognuna di queste fa capo al Feldmaresciallo o all’Alto Ammiraglio della flotta e dell’aria.

Ognuna di queste presenta una nomenclatura, una specializzazione ed un proprio motto.

Art 8 Entrambi i gruppi presentano due scale gerarchiche:

•Scala Gerarchica Aeronavale:

Alto Ammiraglio dell’acqua e dell’aria;

Vice Ammiraglio;

Commodoro;

Capitano di Vascello;

Tenente;

Guardiamarina;

Ufficiale Tecnico;

Sottufficiale;

Marinaio;

Recluta.

•Scala Gerarchica Terrestre:

Feldmaresciallo;

Tenente Generale;

Brigadiere;

Colonnello;

Maggiore;

Capitano;

Tenente;

Ufficiale Tecnico Classe 1;

Sergente;

Caporale;

Soldato.

Art 9 Gli Ufficiali Tecnici sono addetti ad ogni mansione tecnica e preparativa dell’unità a cui sono assegnati. Il numero di ufficiali tecnici per divisione è limitato.

Art 10 La Regina ha a disposizione la divisione del Corpo Reale Fenice Immortale per proteggere i propri possedimenti e la propria persona.

Il Corpo Reale Fenice Immortale può essere composto soltanto da eccellenze dell’esercito.

La divisione è sotto il diretto comando di S.A.R. e la segue ovunque essa si rechi.

Art 11. Il presente statuto può essere modificato, previa presenza di almeno un membro dell’ APCSM alla votazione, dai membri dell’A.C.U. con decisione unanime.

Non possono essere soggetti a modifica gli articoli che citano S.A.R., il Regno o le Istituzioni.

Firma del Lord Primo Ministro, Friedrich Conrad Tìvon:

Rrk6FMQ.png

pDu1vHR.png?1

Votazione del 16 Darbis 2804

Con votazione del Concilio Minore di Ardetia e con approvazione del Concilio della Parìa di Ardetia è approvata la Riforma Amministrativa di Ardetia:

1) La città è divisa in Borghi di Ardetia

2) Ogni Borgo è gestito da un Borgomastro.

3) I borgomastri sono nominati e rispondono direttamente al Alto Segretario di Stato per le Comunità ed il Governo Locale.

4) I Borgomastri gestiscono i propri Borghi curandone l’ordine, le costruzioni e garantiscono la coretta applicazione delle leggi.

5) I Borgomastri non sono scelti tra la Nobiltà di Ardetia e non siedono per diritto al Concilio Minore di Ardetia.

6) I Borgomastri, tra gli abitanti del Borgo gestito, nominano i più notabili e i più valenti per ricoprire le seguenti cariche:

- Capocarpentiere di Borgo

- Magazziniere di Borgo

- Tesoriere

7) Il Capocarpentiere di Borgo gestisce le costruzioni del proprio Borgo e, previa approvazione del Architetto, comissiona le nuove costruzioni.

8) Il Magazziniere di Borgo gestisce le risorse del proprio magazzino di Borgo

9) Il Tesoriere gestisce le finanze del Borgo.

Firma del Lord Primo Ministro, Friedrich Conrad Tìvon:

Vmn049l.png

0ScANP8.png

yeeeeeeeeeeeee

Io, Alysian Elendir, Regina di Ardetia, con il potere conferitomi e secondo le direttive dello Statuto, per il grande contributo apportato a favore dello sviluppo del Regno, nomino membro della Parìa di Ardetia Lady Angelìka Mòrgoleval .

S.A.R.

X1w7mLk.pngpDu1vHR.png?1

Votazione del 14 Lebis 2809

La maggioranza del Concilio della Parìa di Ardetia approva l'introduzione di nuovi articoli nel Codice Penale del Regno.

Art. 10 Ordine pubblico

Nel rispetto delle regole di civile convivenza, ogni cittadino è tenuto a mantenere contegno e decoro al fine di contribuire a garantire l’ordine pubblico.

Chiunque ignori le disposizioni di legge, emanate dalle autorità per questioni di giustizia o di ordine e sicurezza sociale, è punito con pena pecuniaria stabilita unitamente dall’ACPSM con il Ministero della Giustizia e il Ministero dell’Economia.

Quando a commettere reato sia un membro dell’esercito (di qualsiasi ordine e grado), egli è giudicato, a seconda della gravità del fatto, dal Tribunale Militare.

Art. 11 Diritto di denuncia e difesa

Chiunque ha il diritto di denunciare l’offesa arrecatagli, contestualmente l’offensore ha il diritto di difesa innanzi al tribunale (civile o militare che sia, a seconda del ruolo cittadino).

Art. 12 Denuncia proveniente da autorità pubbliche

Laddove manchi denuncia, e le autorità riscontrino l’esigenza (al fine di salvaguardare il pubblico ordine) di punire il reato commesso da un cittadino, queste possono denunciare il fatto all’ACPSM o al Ministero della Giustizia, che congiuntamente prenderanno provvedimenti.

Art. 13 Ingiuria e diffamazione

Chiunque offende l’onore o il decoro di una persona presente o assente è punito con una multa di 50z.

La multa raddoppia gradualmente per ogni giorno di continuata offesa.

Alla pena soggiace chi commette il fatto sia in forma privata che pubblica.

Nel caso in cui l’offesa sia formulata in forma privata, l’offeso ha l’onere di dimostrare concretamente che essa sia avvenuta.

Art.14 Atti persecutori

Chiunque commetta atti persecutori e sia denunciato dalla persona perseguita è punito con multa di 50z.

La multa raddoppia gradualmente per ogni giorno di continuata offesa.

Firma del Lord Primo Ministro, Friedrich Conrad Tìvon:

Jzz8XiQ.png

tFnHTt1.png

Votazione del 2811 d.F.

Il Concilio della Parìa di Ardetia approva la Riforma Agraria.

1) Ogni cittadino può acquistare un appezzamento di terreno presso il villaggio agricolo.

2) Ogni appezzamento costa 110z e ogni giorno vengono riscosse 6z di tasse sul plot.

L’acquisto di ogni nuovo plot agricolo comporta il raddoppio del costo.

3) E’ vietato avere coltivazioni in città. I trasgressori saranno puniti con una multa di 200z.

4) E’ vietato scavare sotto il proprio plot agricolo. I trasgressori saranno puniti con una multa di 50z.

I cittadini avranno 7 mesi (3 giorni GDR OFF) di tempo per adeguarsi alla nuova norma.
Firma del Lord Primo Ministro, Friedrich Conrad Tìvon:
n8y2hrx.png
81tdchT.png

Votazione del 2813

Con voto unanime del Concilio della Parìa di Ardetia vengono istituite le Regie Poste di Ardetia. Esse saranno così regolamentate:

1) Le Regie Poste di Ardetia rispondono del loro intero operato all'Alto Segretario di Stato per le Comunità e il Governo Locale

2) L'Alto Segretario nomina il Direttore Generale delle Regie Poste.

3) Il Direttore Generale sarà affiancato nel suo compito dal Consiglio Direttivo.

4) Il Consiglio Direttivo è composto dai Direttori di Borgo delle Regie Poste.

5) I Direttori sono nominati direttamente dal Direttore delle Regie Poste.

Essi possono essere rimossi solo dal Consiglio Direttivo.

6) La gestione delle Poste riguardanti il quartiere nobiliare spetta al Direttore Generale.

7) Ogni cittadino ha diritto di avere la propria casella postale.

8) Le Regie Poste garantiscono le spedizioni solo all’interno della città e tra nazioni neutrali e alleate.

9) In caso di smarrimento della spedizione il reclamano dovrà essere presentato all’ufficio adibito a tal scopo situato nella sede centrale.

Firma del Lord Primo Ministro, Friedrich Conrad Tìvon:

TriCnZK.png

VERDuaT.png

Bonus Occasionale ad Ardetia:

"Forse c'è bisogno di qualche Pony Express!"

Il voto favorevole all'istituzione delle Poste spinge alcuni allevatori del Regno a donare 3 cavalli (con 3 selle) alle Regie Poste, per le tratte di media e lunga percorrenza. (Trovate tutto nella chest entrate).

Votazione del 2825 d.F.

Il Concilio della Parìa di Ardetia approva la "Legge Elean" relativa agli appalti.

1. Sua Altezza Reale la Regina del Regno di Ardetia creal’istituto dell’appalto.

L'appalto è il contratto con cui una parte assume, con organizzazione dei mezzi necessari, l'obbligazione di compiere un'opera o un servizio in favore della parte committente.

2. All’emanazione del bando tutti i cittadini e imprese hanno diritto a proporsi, dietro presentazione di un progetto corredato da una proposta di prezzo (ove consentito nel bando).

3. Il Ministro dell’Edilizia e dell’Urbanistica si riserva un limitato periodo di tempo per la valutazione dei prezzi e dei progetti per la scelta del migliore con relativa comunicazione allo stesso.

4. Una volta vinto l’appalto, la parte obbligata dovrà rispettare una determinata tempistica per la consegna (che sarà determinata di bando in bando).

Al mancato rispetto dei termini di consegna conseguirà l’irrogazione di una sanzione pecuniaria di valore variabile a seconda dell’urgenza e dell’importanza della costruzione.

5. Al termine della costruzione e verificata la sua conformità, il Regno si impegna al pagamento entro un termine stabilito di bando in bando.

6. Qualsiasi tipo di corruzione è severamente sanzionata in via pecuniaria.

Firma del Primo Ministro, Friedrich Conrad Tìvon:

sn8DNZ8.png

pBrwZyy.png