[Evento GDR] Crisi di Spes - Atto primo

Crisi di Spes - Atto Primo

Dakbis, quarto giorno di Bakal, anno 3055 d.F

Un vento leggero agitava i granelli di sabbia formando piccole nubi dai riflessi dorati.

Due individui si stavano dirigendo verso Niuop, sfidando il sole cocente.</em></span>

Giunti alle porte della città vennero fermati da una guardia.

“Identificatevi”

"Aragal Estebas e Irén Alarud...siamo dei ricercatori e veniamo da Spes, ecco le nostre credenziali...sapete, i nostri studi sulla flora del piano ci hanno portato nella vostra città, ci sono parecchie specie interessanti nel vostro territorio e vorremmo chiedere supporto alla comunità scientifica cittadina” disse l’uomo estraendo dalla sua tasca un rotolo sigillato da della ceralacca rossa e porgendolo alla guardia.

Il soldato lesse con attenzione il documento.</em></span>

“Firmato addirittura dalla Protettrice? Deve essere importante...anche se mi sembra una firma abbastanza…”incerta”...se capite cosa intendo”

“Beh...sapete, ormai la Protettrice è abbastanza avanti con gli anni...con l’età stanno cominciando ad apparire i primi tremori alle mani...povera donna…potete comunque controllare il sigillo, non potete dubitare del fatto che quello sia il simbolo del governo Spesiano...e sapete quante poche persone abbiano l’autorità per apporlo”</em></span>

“Umh…in effetti a parte la firma mi sembra tutto in regola...tu, novellino” disse ad una giovane recluta, ”accompagna i nostri ospiti ”

Attraversate le porte della città i due vennero accompagnati per le strade, attirando non pochi sguardi curiosi dalla popolazione locale. Giunti nella piazza principale il gruppo venne intercettato da alcuni membri delle Aquile Dorate.


La giovane recluta che li stava accompagnando scattò sull'attenti.</em></span>

“Signore sono dei ricercatori da Spes, volevano chiedere il supporto della comunità scientifica della nostra gloriosa nazione per degli studi sulla flora presente sul nostro territorio...qui ci sono le loro referenze, Signore”

“Accompagnali agli alloggi per i visitatori” Disse, osservando con attenzione il documento con le referenze.

Qualcosa non quadrava. I simboli e i sigilli di Spes erano autentici, ed indicavano il coinvolgimento di personalità importanti della città, ma la firma della Protettrice era ambigua.


Tremante ed a tratti imprecisa poteva essere sia un falso che la scrittura di una persona anziana.</em></span>

Alcuni solchi leggeri percorrevano la carta della lettera per buona parte della sua superficie, come a voler disegnare qualcosa di nascosto.

Si rivolse al suo compagno di pattuglia:


“Vado a far vedere il documento al Lord Protettore, che sia lui a decidere...non voglio creare casini con Spes e guadagnarmi la pensione in qualche campo di lavoro.”</em></span>

Un quarto d’ora dopo il messaggio nascosto venne svelato in presenza del Lord Protettore. I solchi costituivano il corpo di una seconda lettera, il cui testo aveva connotazioni ben poco scientifiche.

“Le seguenti parole potrebbero sconvolgere i più deboli fra voi, ma crediamo che le genti di Karaldur siano pronte per un cambiamento radicale, un terremoto alle fondamenta di questa malata società. Spes è un tumore che cresce sulle nostre spalle, un parassita silenzioso e letale che mira al completo annullamento delle nostre libertà, alla completa alienazione dei cittadini di ogni città e nazione. Noi, l’Alveare, puntiamo all’indipendenza dell’avamposto del Nether e alla autodeterminazione di ogni popolo. Unitevi alla nostra lotta e sognate un piano migliore! Sognate in grande! Abbiate il coraggio di decidere il vostro futuro.

L’Ape Regina dell’Alveare”

Spes domina da secoli su ogni Piano, ma questa volta qualcosa sembra incrinarsi. Forze sovversive si delineano nel piano politico, ma restano ancora nell'ombra attendendo la situazione favorevole per agire. Da che parte vi schiererete? Sfrutterete la debolezza del Protettorato per aggiudicarvi ricchezze e influenza o giurerete fedeltà all'anziana Aralia Leotred? A voi la scelta!

I premi saranno personalizzati in base alle vostre scelte, ma sicuramente otterrete buone quantità di zenar, PR, mantenimento gratuito e molto altro!

Avete due settimane per rispondere e iniziare ad agire! Siate pronti a bruschi cambi di decisione, nuove informazioni verranno rilasciate nei prossimi giorni...

Scadenza: 14/4/18

Il sole picchiava forte quel pomeriggio ma Lloyd Steel era stato incaricato dai suoi "amici" di portare a termine le attività diplomatiche con il corpo scientifico che si era presentato in città. La situazione, come spesso accade nelle concitate vite dei piccoli Stati, era a metà tra la tragedia e l'opera buffa: le Aquile Dorate marciavano rigonfie di boria per le vie della città. Si sentivano forti nella loro vigorosa giovinezza e confidavano di poter disporre di tutta la città. Sotto il suo panama però Steel sapeva che tutto era ben diverso, ne era anche divertito, ma a volte bisognava anche comportarsi da adulti.

Si avvicinò a grandi passi verso il corpo diplomatico giunto da Spes, si tolse il cappello e guardando i due disse: <Mi manda qui il padrone della città, sono Lloyd Steel e mi occupo delle relazioni internazionali per conto del Lord Protettore. Se voleste farmi la cortesia di seguirmi, sarei felice di...> I due non fecero a tempo a sentire il resto perché il vecchietto si era già rimesso il panama e si stava dirigendo velocemente verso il Gud Taim.

Appena i tre furono tutti dentro il Club, Lloyd si tolse la giacca e il cappello rimanendo in camicia, dalla quale risaltava distintamente un papillon bordeaux e una pochette verde a puntini rossi. <Come ben saprete> riprese <qui coltiviamo uno dei migliori caffè del piano, lasciate che vi faccia assaggiare qualcosa di buono e rinfrescante>. Riempì tre bicchieri di ghiaccio, versò due parti di Rum Crumino e una di Liquore al Caffé Fridom, terminando il tutto con un po' di acqua frizzante. <Lo chiamano Triti, ha una storia curiosa: sembra che l'abbiano inventato i soldati modernisti assieme a quelli niuoppiani, mentre hanno dovuto aspettare insieme per anni che si facessero le trattative di pace. Non so come lo chiamino lì, ma sicuramente qualche barista a Thortuga lo saprà preparare...>

I due si guardarono spaesati.

<Signori, come si dice a Spes?> chiese Lloyd sollevando il bicchiere per brindare <Bé qui diciamo "Ciirs">. Colpì forte il bicchiere di entrambi, prima di iniziare a sorseggiare il suo drink dopo essersi seduto sulla sua poltrona. <I miei amici mi hanno riferito che siete qui per "motivi scientifici"> disse facendo il gesto delle virgolette con le dita <sappiate che quel bellimbusto a cui avete affidato la lettera non andrà direttamente dal Lord Protettore. Non so se i giochi di palazzo siano il vostro forte, ma anche per motivi anagrafici non vi ci vorrà molto a capire che il Lord Protettore non è ormai più in grado di controllare il potere come una volta>.

Diede un altro sorso, controllando di sfuggita se i due stessero seguendo il suo discorso: era così.

<Il motivo per cui sono qui io è che non posso assolutamente permettere di farvi perdere tempo con i pagliacci delle Aquile Dorate: con loro ci siamo divertiti, è vero, è stato bello. C'è addirittura stata un guerra! Ma ormai i tempi sono cambiati, e né io né i miei amici se la sentono più di sostenere un governo così anacronistico. La nostra nazione ha bisogno di tornare alle sue fondamenta, senza soldatini né parate>.

Appoggiò sul tavolino basso il bicchiere per inforcare immediatamente gli occhiali e iniziare a scribacchiare qualcosa su un foglio, mentre con la sinistra si accarezzava la barbetta argentea.

<Credo che a voi serva un interlocutore affidabile, e noi abbiamo bisogno di iniziare a trattare direttamente con i nostri clienti; per questo abbiamo deciso di non supportare più le fanfaronate dei ragazzini che si divertono a fare i soldati e di ricostituire un autentica repubblica manageriale, com'era decenni or sono. Voi forse non mi conoscete, ma sicuramente conoscete il mio illustre padre: Richard Steel, Padre Fondatore di questa città>.

<Le Aquile Dorate> riprese <torneranno a breve dove vi avevano lasciato, naturalmente senza una risposta chiara, visto che ora sono in pieno conflitto per la successione del Lord Protettorato. Voi avete due possibilità ora che io ho scoperto le carte: iniziare a intavolare le trattative con i miei amici della Corporazione, o continuare a perdere il vostro tempo con i soldatini schizofrenici. In qualsiasi caso potremmo sempre essere amici, ma saremmo senz'altro più amici se decideste di non far perdere tempo né a noi né a voi stessi>.

“Bene, Signor Steel.

Fin da subito mi siete sembrato un intermediario più serio, di quanto non sia il governo attuale, e provo una certa soddisfazione nell’aver avuto ragione.


Ma per questo è necessario che noi torniamo a riferire riguardo questi sviluppi nella vostra politica interna e a questo cambio di interlocutore all’Alveare.


Ora noi faremo la nostra piccola recita con le aquile dorate cercheremo di tornare a casa il prima possibile.


Avrete presto notizie da parte nostra, Signor Steel."</em>

Al decimo giorno di Varpu...

“Al Signor Steel

Siamo stati informati dai nostri uomini del cambio di direzione della vostra politica interna, e ci rallegriamo sapendo che voi siete riusciti a liberarvi dal giogo del tiranno.

Quello che chiediamo è il vostro supporto scientifico. Sappiamo che nel vostro territorio ci sono diverse specie vegetali capaci di resistere per prolungati periodi di tempo senza bisogno di ricevere acqua. Ci servirebbero diversi campioni e, qualora fosse possibile, vorremmo anche il supporto di una vostra equipe di botanici.

Ovviamente i risultati verranno condivisi con i vostri botanici e sicuramente questo gioverà alla vostra produzione agricola, date le condizioni simili dei due ambienti.

Sul piano politico ci basta sapere che voi sarete dalla nostra parte, quando sarà il momento. Nel frattempo potrete indossare la maschera che più vi piace e recitare la parte che preferite.


Come segno di buona fede provvederemo ad inviare, una volta ricevuta una vostra risposta, una fornitura di pietra del nether.</span></em>

La regina dell’Alveare.”

Contemporaneamente arrivò, nei palazzi del governo, una lettera da parte del Protettorato di Spes.

“Al Governatore della Provincia Libera di Nuop.

sono Kalòs Feleku e ho l’onore di rappresentare, in questo particolare momento storico, il Protettorato di Spes. La morte della Protettrice Aralia Leotred ha scatenato una crisi politica interna, che però, a causa della nascita di associazioni criminali e a causa delle irragionevoli pretese dell’ESPEDIL, si stà trasformando in una crisi internazionale potenzialmente disastrosa.</span></em>

Insieme alle maggior potenze del Piano abbiamo l’opportunità di porre un freno a questi eventi per ristabilire l’ordine a assicurare che il governo dello Stato ritorni nelle mani dell’unico organi legittimato dalla legge e dalla protettrice Leotred stessa: il Concilio.

Vi chiediamo di mostrare pubblicamente il vostro supporto ai nostri intenti politici e di agire concretamente inviando delle truppe per permetterci di sedare le rivolte nascenti. Quando l’ordine sarà restaurato dovremo mostrare riconoscimento verso i nostri alleati, meditate.

Kalòs Feleku, Segretario del Concilio del Protettorato di Spes.

Complimenti per aver partecipato! Avete cominciato a muovere i vostri pezzi nello scacchiere di questo evento, ma questo non è che l'inizio della partita...pianificate con attenzione, le conseguenze delle vostre decisioni diventeranno sempre più importanti.

Intanto godetevi i vostri 10 PR, ve li siete meritati.


Rispondendo riceverete un Buono NPC!

Avete tempo fino al 29/4 , ore 23:59.