[Fondazione Clan]Geas Zerpentul

GDR

Guerrieri,combattenti,così venivano chiamati…Acclamati dal popolo,una volta vivevano nella ricchezza e negli onori,ora erano costretti a vagabondare per le lande di Zampadur senza una meta.Insieme si sarebbero riuniti nel clan Zerpentul,i più valorosi guerrieri riuniti in un unico clan dove avrebbero potuto vivere per davvero,rispettando gli ideali del combattimento.Qua tutti insieme uniti come dei fratelli avrebbero affrontato i pericoli della vita e del combattimento.Un nuovo clan stava nascendo il Clan Geas Zerpentul

ar

Membri

Croft97

V3r4x

o1tnt

Knight_Gibbs

castiel1

Fondi: 50/50 zenar di ruby

[off]

EDIT: IL NOME DEL CLAN è STATO MODIFICATO IN ZERPENTUL (corteccia d'argento)

E meno male che l'avete cambiato, rischiavate il ban...

E meno male che l'avete cambiato, rischiavate il ban...

puoi immaginare, chi lo aveva proposto quel nome fra noi 5 :asd:

Varpu 2523 d.F.

Sono passati ormai due anni da quando lasciammo Mainart per dirigerci verso l'inesplorato; dopo essere partiti dal Valonmir, ed aver attraversato l'oceano Lusdiano, siamo giunti finalmente nel Diristar, dove ci siamo accampati per qualche mese, in attesa di recuperare le forze e fare scorte per l'inverno, che sta per incombere.

Venes 2524 d.F.

L'asprezza del territorio, il pullulare di bakreantu, e il freddo sempre più persistente, ostacolano la nostra permanenza nel selvaggio Diristar; dopo aver racimolato le nostre cose, e sellato i nostri suini, ripartiremo in cerca di un territorio meno ostile, che ci offrà un rifugio stabile e sicuro. Alcuni carovanieri di passaggio ci hanno detto che non molto lontano da qui, in cima alle montagne Scudo, si trova un villaggio di eremiti chiamato Geas Ferenul, che potrebbe offrirci ospitalità.

Falam 2524 d.F.

Oggi siamo arrivati alle pendici delle montagne Scudo; la loro imponenza ci sbalordisce e ci incute timore, perché il sentiero che porta alla vetta è irto e pericoloso. Abbiamo dovuto abbandonare i nostri destrieri a valle, perché la strada è troppo scivolosa e stretta per essere attraversata da tutta la carovana; quindi abbiamo dovuto riempire le sacche con lo stretto necessario e caricarle sulle nostre spalle.

Proveniendo dalle terre calde del Valonmir, non siamo abituati ai climi freddi del Nord. Non siamo attrezzati: la neve ci ostacola il passaggio, si intrufola nei nostri calzari e ci costringe a fermarci frequentemente per riscaldare i nostri piedi infreddoliti.

Spes 2525 d.F.

Finalmente siamo giunti a destinazione: un oasi di salvezza in mezzo a un deserto bianco. Siamo stati accolti favorevolmente dalla comunità del Geas Ferenul e li ringraziamo per la loro ospitalità e per averci salvato da una fine certa; questa sera ci sarà una festa in nostro onore, poche anime sono passate per questo villaggio sperduto e quasi tutte sono state ripagare in questo modo.

Viljan 2525 d.F.

Siamo rimasti sconvolti dalla bellezza di questo paradiso; sono passati sei mesi da quando siamo arrivati qui, e siamo sempre più convinti sul rimanere. Non possiamo abbandonare questo posto, la montagna è viva e ci invita a restare e a creare una nuova comunità. Presto inizieremo a costruire un nuovo villaggio perché non vogliamo vivere sulle spalle dei nostri amici.

To be continued

Inviato dal mio Transformer TF101 con Tapatalk 2

Fondazione accettata.

Il nome l'avevo scelto io... Trallalleroo trallallaaa