[FW] Quattro chiacchiere davanti al caminetto

Cari utenti,

per me non è mai semplice scrivere gli inizi di un qualsiasi testo, questo in special modo visti i contenuti e le novità che vi sono ivi presenti.

Andiamo con ordine: due domeniche scorse si è tenuta la prima e ultima guerra tra città, o, per meglio dire, fazioni: Gothlan e Neapovil. Più di 100 utenti si sono scontrati per decidere il vincitore dell’era.

Non importa quante altre battaglie si sarebbero potute susseguire: il sentore generale, gli umori, le previsioni, tutto verteva su quell’evento.

Lo staff ha lavorato alacremente per permettervi di giocare con 20 tps granitici.

Abbiamo forse peccato di prudenza, ma ci siamo riusciti e tutti, tra problemi umani e uccisioni, si sono divertiti.

Tutto è migliorabile ovviamente, ma ci piace pensare di essere riusciti a proporre un evento pvp di successo senza particolari problemi tecnici.

Dopo pochi giorni abbiamo reso disponibile l’ultimo contenuto di espansione di Alinox: la famosa Valle dei Templi. Molti di voi hanno deciso di seguire le quest proposte e di osservare i templi dei Superni costruiti con la speranza di farvi divertire ancora.

Detto ciò, questo post non vuole proporre nuove modifiche ad Alinox o prendervi in giro.

Questo post vuole essere un dialogo, forse intimo, forse umano (troppo direbbero alcuni) tra noi staff e voi utenza che, dopotutto, costituite il cuore di qualsiasi Era e server.

Prima di iniziare, vi ringraziamo di aver giocato ad Alinox e di aver speso moltissime ore per realizzare i vostri e i nostri progetti.

E’ noto (e siamo consapevoli) che il server presenti dei problemi tecnici gravi che hanno minato e minano tuttora il gioco.

Abbiamo sempre faticato a raggiungere i 20 tps e ben più di una volta abbiamo dovuto apporre modifiche estreme e gravose non solo per noi, ma anche per voi (gli npc che non tickano, l’erba che non cresceva, gli hopper non funzionanti, etc.).

Perché è avvenuto tutto ciò?

Lo staff è stato davvero così incosciente?

Quelle che sto per scrivere non sono scuse, né un motivo per sollevarci dalle nostre responsabilità, ma vuole essere un dialogo tra voi utenza e noi staff per far emergere un lato dei lavori che forse non sempre è stato chiaro.

La 7° era, o almeno, l’idea di costruirla, parte molto tempo fa: 2 anni fa per la precisione.

La 6° era si era conclusa male (seppur non subissata di problemi tecnici) e vi era parecchio sconforto nel poco staff presente. Anche io, allora admin, vedevo un futuro incerto per Forgotten World (d’ora in poi FW) e in Minecraft, allora dato per spacciato (i dati ci hanno smentito, per fortuna).

Come admin non ero sicuro se fosse giusto lavorare su un’altra era o chiudere definitivamente le porte e salutarvi.

Molti staffer reagirono a ciò e fecero di tutto per dimostrarmi che FW aveva le potenzialità per risorgere e poter aspirare a essere quel faro nella community di minecraft italia.

Ci mettemmo quindi al lavoro, imponendoci di lavorare con calma e di non correre, di voler offrire un bel lavoro e di dare vita a un server che potesse rendere tutti orgogliosi.

Purtroppo le cose non brillarono sotto una buona stella fin da subito: seppur la voglia era tanta, mancava un’idea che potesse focalizzarci e renderci davvero entusiasti (o almeno, che mi rendesse entusiasta di mettermi al lavoro su questa 7° era) e la mia vita reale cominciò a prendere il sopravvento, fino a rendermi impossibilitato a contribuire al progetto: ricordo il disagio e la tristezza di non poter essere d’aiuto a FW. Ne parlai anche con Miluna (che ringrazio infinitamente) e trovai comprensione, ma nulla mi permise di aiutare.

Il progetto si ritrovò ben presto orfano di un admin e da lì a poco anche altri staffer ebbero problemi ad aiutare e contribuire al progetto.

Fu così che ci si ritrovò a creare un modpack, tra i pochi staff disponibili, non “congeniale” a un server e tra litigi, problematiche e abbandoni i tempi di una possibile apertura si allungavano sempre più.

Se da un parte l’apertura si allontanava, dall’altra non venivano condotti test e verifiche necessarie. A questo si aggiunse l’abbandono di staffer che costituivano il fulcro della scelta delle mod, rendendo impossibile prendere decisioni “congeniali” per un server.

Successivamente, con le notizie del Covid-19 e la “quarantena” forzata, l’idea che balzò in mente allo staff fu quella di aprire il più presto possibile per sfruttare il momento: allora sembrava un’ottima idea ma che avrebbe dato, purtroppo, risultati disastrosi.

Pochi test erano stati condotti da pochi staffer e non si aveva purtroppo un’idea chiara di quanto e come il server avrebbe tenuto. Le scadenze si stavano avvicinando accompagnate dall’abbandono di ulteriore staff e ci si ritrovò, a pochi giorni dall’apertura, impossibilitati a poter rinviare ancora: troppo tempo era passato e l’occasione presentataci era troppo “ghiotta” per poterla sprecare.

Fu così che il 22 marzo il server venne aperto.

Iniziarono subito i primi crash, i primi momenti di lag e i sempre più frequenti problemi.

Non nascondiamo che da questo punto di vista si è sperato in un miracolo che purtroppo non è avvenuto.

Lo staff non è comunque rimasto con le mani in mano e si è attivato per trovare una soluzione che permettesse quanto meno di giocare: analizzando il carico della cpu lo Staff agiva per rimuovere quelle mod o meccaniche che affossavano i tps del server.

Per quasi un mese un’utenza enorme (solo la terza era dopo mesi vantava numeri di questo genere) ha giocato, tentato di costruire le proprie città e di sopravvivere in un mondo selvaggio ed è innegabile che, problemi tecnici a parte, ci si sia davvero divertiti con momenti che per molti di noi mancavano da troppo tempo.

I tps nel frattempo scendevano di giorno in giorno e il server richiedeva una manutenzione continua: ci furono riunioni, consulti, consigli e si cercò di capire cosa si potesse fare per risolvere la situazione.

A questo si aggiunsero i momenti di dupe che portarono, specie i primi giorni, a bloccare tutto per scovare e bloccare questi tentativi compiuti sul server.

Lo staff si ritrovò con poco tempo e problemi tecnici irrisolvibili a bloccare i possibili dupe, non potendo quindi lavorare su eventi, gameplay, regolamenti, etc.

Sappiamo che voi utenti in quei momenti avete nutrito, specie con la “quarantena”, una pazienza infinita e non sappiamo come ringraziarvi per non averci abbandonati subito ma di aver sperato in un server come Alinox.

I problemi tecnici continuano a esserci, sono stati compiuti degli errori (di cui, come admin, ci assumiamo tutte le responsabilità) e ciò ha portato all’abbandono massivo del server.

Dopo la guerra abbiamo viaggiato per alcuni giorni su una media di 3 utenti e anche l’ultimo evento della Valle dei Templi ha rievocato un numero molto ridotto di utenza rispetto al passato.

Arriviamo a oggi dove lo staff è ormai conscio che questa situazione non è sostenibile: troppe cose da modificare, troppe cose da rifare, troppi problemi da risolvere.

Purtroppo Alinox, nonostante alcune idee che mi hanno affascinato e dato modo di divertirmi come non mai in certe giornate, non può continuare a lungo.

E’ per questo che con tristezza e con dispiacere lo staff annuncia la chiusura di Alinox.

Il server non chiuderà però da un giorno all’altro, daremo modo a quelli di voi che vogliono giocare di continuare le proprie opere per un altro mese, fino a fine giugno.

Vi ringraziamo per la pazienza e la voglia che avete dimostrato nel dare vita a una Alinox ricchissima, seppur non per il tempo che speravamo.

Qualcuno (anzi, molti) si chiederà quindi cosa succederà ora: chiusura di FW? Nuovi server?

Lo staff, a dir la verità, è già al lavoro sulla nuova era;

Si tratterà di un’era molto diversa rispetto ad Alinox. Siamo carichi, siamo pronti e stavolta sappiamo che non ci sarà un secondo giro, una seconda possibilità: voi utenti vi meritate la miglior esperienza di gioco.
I tempi però per creare questo progetto non sono brevi e ci vorrà molto lavoro

Quindi cosa si giocherà ora in attesa di questa nuova era?

Non vi lasceremo con le mani in mano: un Server Pixelmon costruito e gestito da nostri collaboratori è ormai pronto per farvi compagnia e siamo sicuri che porterà divertimento a tutti coloro che amano i Pokemon!

Inoltre stiamo preparando un server Terrafirmacraft che farà la gioia di chi ama le esperienze difficili!

E infine, per evitare di farvi andare su server creative di dubbio gusto apriremo un server creative tutto nostro che verrà tenuto aperto anche durante la nuova era e permetterà a noi Staff di garantirvi nuovi stili di gameplay e di interazione con il server.

Come Staff, nel frattempo, siamo pronti a lavorare alacremente ad un server che possa essere non solo bello, ma anche divertente da giocare. Vogliamo imparare dai nostri errori e voi utenti costituirete una parte importante per il futuro di Forgotten World, specialmente durante i test che (questa volta) saranno numerosi e adeguati al grande progetto sulla quale stiamo impiegando le nostre energie.

Con questo post spero di aver fatto trasparire come lo staff abbia sempre avuto a cuore e preoccupazione per un progetto tanto ambizioso quanto sfortunato.

Se siete arrivati fino a qui vogliamo ringraziarvi per tutto quello che ci avete dato e speriamo di fornirvi un’esperienza migliore in futuro.

Con affetto,

tutto lo Staff di Forgotten World

43 Mi Piace