[GdR] Enevàn Sùpus

«Forza, abbiamo quasi finito.» disse il fabbro, mentre Enevàn era intento a battere faticosamente il ferro.

Il martello percuoteva ripetutamente la lama posta sull’incudine, per renderla della forma giusta e poterla così unire agli altri componenti, in modo tale da poter creare una splendida spada. Le scintille, prodotte dalle forti percosse, schizzavano fuori dall’incudine e, cadendo a terra, si affievolivano poco a poco, fino a spegnersi completamente.

Finalmente la lama fu pronta.

«Benissimo ragazzo, ora non resta che incastrare le varie componenti ed abbiamo finito!».

Montare la spada fu un gioco da ragazzi, ed Enevàn fu davvero soddisfatto di aver portato a termine il suo lavoro. Finalmente quella splendida arma era pronta.

«Ottimo lavoro ragazzo, hai concluso il tuo tirocinio! Ma ti prego, tieni questa spada, te la sei meritata e sono sicuro che in futuro ti tornerà molto utile! Ora sei libero di andartene.»;

«La ringrazio infinitamente per la sua disponibilità, mi sono divertito molto a fare questo lavoro! E grazie per la spada!».

Una volta uscito dalla bottega del fabbro, Enevàn ne approfittò per riposarsi un po’. Si guardò intorno e si sedette sulla prima panchina libera che trovò.

«Uff, finalmente ho finito, quel martello era davvero pesante!» disse ansimando.

«Ora tocca al tirocinio da dragonauta. Ho sentito dire che è piuttosto difficile, quindi è meglio che mi riposi prima di proseguire…».

Enevàn era un giovane ragazzo di 20 anni, figlio di una coppia di floricoltori residenti a Spes. Come le leggi cittadine imponevano a tutti gli abitanti, una volta raggiunta questa età egli avrebbe dovuto sottoporsi ad alcuni tirocini per entrare ufficialmente nel mondo del lavoro. Era un ragazzo pigro ma determinato, che quando si metteva in testa una cosa non c’era verso di fargli cambiare idea. Era questa sua caratteristica a renderlo efficiente sui luoghi di lavoro, e l’esperienza appena conclusa dal fabbro lo ha dimostrato.

Fin da bambino aveva manifestato un grande interesse per i fiori, proprio come i suoi genitori, e, in età adolescenziale, in qualcosa di molto diverso: le infrastrutture ed i trasporti.

Certo si tratta di un interesse molto particolare ed insolito, ma Enevàn riteneva che, rispetto all’opinione che un ingegnere specializzato medio poteva esprimere, queste realtà non fossero semplicemente dei meri servizi utili a trasportare cose e persone da una parte all’altra di un territorio, ma anche un qualcosa in grado di unire o separare singole persone o interi popoli, o addirittura decidere le sorti politiche o diplomatiche di interi Paesi.

Il suo sogno era quindi quello di diventare un ingegnere specializzato, tentando il più possibile di coniugare questi suoi ideali alle conoscenze tecniche che avrebbe appreso all’università.

Ripensò a tutto ciò mentre osservava la lama della sua nuova spada, così pulita e lucente.

«Sono proprio soddisfatto del mio lavoro.», pensò.

«Ma ora è meglio che mi rechi dal capo dei dragonauti, non credo sia giusto farlo aspettare troppo…».

Mentre era intento a dirigersi alla stazione del grifo taxi per volare fino al dragoporto, un flebile soffio di vento fece depositare ai suoi piedi un volantino. Incuriosito, lo raccolse, e la prima cosa che notò fu l’immagine di un uomo, intento a manovrare un timone. Le scritte recitavano:

“CAMBIA ROTTA! - PARTITO MODERNISTA - L’UNICA VIA VERSO LA LIBERTÀ”

Non c’era alcun dubbio. Si trattava di un volantino propagandistico dei modernisti. Enevàn aveva sentito parlare spesso di loro e dei loro ideali politici, che in parte condivideva. Chissà se, una volta trovato lavoro, Thoramas, la capitale dell’URMM, sarebbe diventata la sua nuova casa. Ora però c’erano gli stage da portare a termine, e queste sono decisioni importanti che vanno prese al momento opportuno.

Mise quel volantino nella sua tasca e proseguì il suo tragitto verso la stazione del grifo taxi…

Questo è il mio primo GdR dopo anni di nullafacenza. Spero vi piaccia :grin:
Nei prossimi tempi aprirò la mia pagina wiki, e vedrò di riportare anche le altre due pagine scritte negli anni passati in Quarta Era. Ovviamente, esse verranno collegate in un modo o nell’altro a questa, altrimenti non potrebbe funzionare nulla.

Grazie per aver letto la mia storia, alla prossima!

11 Likes
Riepilogo

Grande Enea!

1 Like

Ciao a tutti, dopo essermi consultato con Brodsko ho ottenuto il permesso per cambiare nome al mio personaggio. Ora esso rispecchia meglio il mio nickname, è di derivazione denai ed è uguale a quello del mio primo personaggio sviluppato in Quarta Era, ma le cui storie non sono mai state inserite nella wiki (quindi ufficializzate).

1 Like

OFF

Quanto tempooo :sob:

Riepilogo

Bentornato Enea! :grin:

Ciao Vestinus :heart:

Ciao Marok, grazie :smiley:

2 Likes