[GDR] Il risveglio

Buio.

Solo buio.

Un buio strano, senza suoni ne sensazioni, senza tatto ne pensieri. Lontano dal buio notturno e dormiente, di cui il silenzio è interrotto dal crepitio dell’abitazione o dalla vita che imperversa fuori dalle mura domestiche.

Buio e silenzio, i miei unici compagni.

Nessun rumore proviene da oltre questo buio, nessun urlo, nessuna parola, nemmeno il canto di un uccillino, ma aspetta lo inizio a sentire; quel cip cip interrotto ogni tanto dal battere delle sue esili ali e ogni tanto accompagnato con beccate furtive alle sue prede.

Sento le sue prede, le sento muoversi, sono sotto di me. Sono morto, non lo so, se fossi morto ora sarei nel caldo abbraccio dei superni con i miei cari…

Ma no, non sono morto, riesco a toccare il silenzio: è freddo e metallico, cos’è?

Lo sollevo e la luce mi inonda.

Una luce pura e leggera, come il canto di una bambina ma potente come i cannoni di un aereonave.

A stento riesco a tenere gli occhi aperti, troppa luce, troppo caldo sulla mia fredda faccia.

Devo affrontare questa luce, devo finalmente alzarmi.

Sento le ossa scricchiolare e con esse i muscoli tendersi, d’un tratto sono seduto e li finalmente apro gli occhi.

Kushima, l’ultima città in cui mi ero fermato molto tempo orsono di cui non ricordo nulla, cosa mi è successo, non lo so. E’ stato un lampo, una cannonata nel cuore e poi mi sono ritrovato nel silenzio.

Non ricordo nulla, non ricordo come mi chiamo, chi sono, da dove vengo e cosa fare…

Mi ricordo solo di quello che mi è successo prima del silenzio:

Ero un eremita…

vagavo di città in villagio…

in cerca di un pasto e di qualche zenar…

Pregavo che la mia vita mi avrebbe condotto…

verso la mia terra…

dove dovevo far crescere i miei figli…

Non ricordo altro.

Mi guardo in torno: Kushima è distrutta.

Ovunque le case sono nere e grigie, inghiottite da un fuoco che non ricordo…

Sarà stato qualche loro nemico, forse Skerak…

Skerak esiste ancora? Non ricordo…

Non so nemmeno dov’è Skerak

Mi ricordo che è abitata da degli ubriaconi poi non so

Cerco di alzarmi,

le gambe mi fanno male, ma riesco ad elevarmi in piedi.

Sotto al mio piede un giornale…

Mi ricordo come si legge…

Data…

Anno 2873…

Come, come è possibile…

sono stato nel buio per 63 anni, non dovrei essere cenere…

Corro fuori da Kushima, quel posto mi incute timore, mi incute paura

sento le anime delle persone morte durante quell’incendio…

cosa è successo?

Cosa faccio ora?

Dove vado?

Chi sono?

Non mi resta che camminare, verso la mia terra…

GDR OFF:

Salve, ho scritto questo GDR per giustificare la mia assenza e il fatto che ho riniziato a giocare dopo TANTISSIMO tempo.

Spero di essere andato bene anche se è tantissimo che non scrivo…

Anno 2873...

Come, come è possibile...

sono stato nel buio per 300 anni, non dovrei essere cenere...

Kushima è stata fondata nel 2800 ed è andata distrutta 44 anni dopo, il tuo pg può essere stato quindi in coma massimo 63 anni (siamo nel 2863 d.f, il contatore sul sito è avanti di 10 anni circa).

Sfatato questo mito del tuo pg vecchio di 300 anni, ricordati comunque che secondo regolamento non possono esistere personaggi ultracentenari.

CORRETTO IN 63 ANNI

garzie Stardel

Sfatato questo mito del tuo pg vecchio di 300 anni, ricordati comunque che secondo regolamento non possono esistere personaggi ultracentenari.

Il massimo e' 110 se non mi sbaglio