[GdR] Il Tempo del Dottore

Era un giorno come un altro, e Francesca si ritrovava nel suo ufficio. Stava svolgendo i propri compiti. Di colpo, un assistente si fiondò nell’ufficio, e riferì a lei una notizia a dir poco scioccante. Francesca si precipitò a casa del Dottore, per capire se davvero era lì. Arrivata di fronte alla porta d' entrata, che trovò aperta, già era preoccupata per il Dottore. Decise comunque di entrare.

Non trovando nessuno, si precipitò nella piccola taverna, dove teneva ancora alcuni libri che aveva usato fino ad allora per esperimenti al centro ricerche. Ma nessuna traccia di lui. Francesca stava per andarsene.

OFF: come al solito, sottofondo. http://www.youtube.com/watch?v=DpjUS0GD75Q.

Prima che risalisse però, una voce si fece sentire:

"Ciao, Francesca.".

"Dottore. Io-".

"Devo andarmene. Ora. Ricordi? Ti parlavo del mio ultimo viaggio. La decisione è presa.".

"Io.. Perché? Perché vuoi andartene? Così mi-".

"Non rimpiangere niente!". Il Dottore fece un sorriso a Francesca. "Non ti preoccupare, starò bene.".

"Ma, perchè te ne vuoi andare? Perchè?".

"Questo non è più il posto per me. Francesca, io devo andare. Devo partire per la mia ultima avventura.".

I due non erano troppo vecchi, ma nemmeno così giovani. Un ultimo viaggio per poi scegliere di restare in quello che sarà il posto in cui morirà. Il Dottore si fermò un momento, e poi guardò dritto in faccia Francesca. Si voltò nuovamente e puntò lo sguardo sul pavimento. Si avvicinò a degli scaffali per prendere dei libri.

OFF: Se segui la tempistica aspetta 1:35.

"Tutto semplicemente sparisce, non è vero? Tutto quello che siamo, andato, in un singolo momento; un pò come un respiro condensato su di un vetro.".

"Tra poco, dovrò andare.".

"Perchè?".

"Perchè la mia vita è così. La mia vita è sempre una fuga da ciò che temo. Dalla paura che ciò da cui scappo vi possa dolere. Ti possa dolere.".

"Tu sei il Dottore..".

"Esatto. E lo sarò sempre. Ma i tempi cambiano, e così anche io. Cambio idee, cambio modi di fare, cambio luoghi dove vivere.".

Il Dottore, poi, tirò un sospiro. Si voltò, e vide ciò che si aspettava di vedere.

"Aris.. Finnerty.".

"Aris? Quel Aris?".

"Non proprio lui; solo, la sua immagine. L' ultima volta che l' ho visto sorridere.. Quanti anni sono passati. Questo fenomeno l'ho studiato. Spesso, quando facciamo dei cambiamenti radicali, il nostro cervello ci mostra anche ciò che abbiamo già cambiato.". Francesca non poteva vedere quelle immagini. Erano solo prodotti della mente del Dottore.

Il Dottore si voltò, vedendo che la visione di Aris puntava dietro di lui.

"Avernal.. Daedar.. Ivan.. Dana.. Segretario Adegheiz.. Dominic.. Sed! Sed.. Sei tu..".

Il Dottore riprese a parlare con Francesca.

*indica verso le visioni*. "Noi tutti cambiamo, se ci pensi bene. Facciamo nuove scelte. Siamo sempre diversi lungo le nostre vite e la modifichiamo, sempre. Ma l' importante, è ricordarsi tutte le persone che siamo stati, tutte le scelte che abbiamo fatto. Non dimenticherò mai, una singola linea di questo copione. Non dimenticherò mai, un singolo giorno qui a BoPVille, con te, con Ivan, con Dominic. Lo giuro.".

"Ricorderò sempre, quando io ero il Dottore.".

In quel momento, le visioni si avvicinarono tutte, e tutte insieme pronunciarono delle parole.

"Uomo stropicciato. Arrivederci.". Tutte le visioni sorrisero al Dottore. Sed si avvicinò, e gli strinse la mano. Le visioni scomparvero subito dopo.

Il Dottore, cominciò a salire le scale, e si fece strada per l' uscio.

"Dottore, no.. Non andartene..".

"Ehi.". Il Dottore ancora una volta sorrise a Francesca. "Forse un giorno tornerò. Ora, devo solo dirigermi al laboratorio, per prendere le ultime cose.". Un fulmine però, di colpo, si abbatté su quella casa. Il Dottore abbracciò Francesca per proteggerla.

“Tranquilla. Era un fulmine. Questo abbraccio, ricordalo.”.

Subito dopo, uscì definitivamente, e per non avere rimpianti, corse verso il laboratorio senza guardarsi le spalle.

Entrato nel suo ufficio di esperimenti, Il Dottore prese le ultime cose, ma un ulteriore incontro lo aspettava.

OFF: e per il gran finale, cosa ci può essere di meglio di un secondo sottofondo? http://www.youtube.com/watch?v=9FeaZSg97lY.

"Ciao, Dottore.".

Il Dottore si avvicinò alla strana figura, ma questa volta era reale. Era molto incuriosito, ma sembrava per niente stupito.

"Non dimentico, mai, un volto.".

"Lo so. Ho notato quel bel quadro. Suppongo che anche tu ne sia curioso, vero? Che ne pensi?".

"Quel quadro? Un mistero. Mi è stato dato con degli appunti, uno scritto di un vecchio capitano. Da quello che so, il quadro ha due titoli.

Non più. O La Asus Cade.".

"Ed è qui, che tutti sbagliano. Il titolo è solo uno: la Asus cade, non più. Ora dimmi, cosa ti fa pensare questo?".

Il Dottore sorrise all' uomo.

"Che non è una leggenda! Qualcuno ci è veramente riuscito!".

"Non lo so! Che vuoi che ne sappia io, sono il semplice custode di questo posto.".

Il Dottore era stupito da questa affermazione.

"Cosa dovrei fare, ora? Tu sei quello che più tra tutti può darmi un consiglio.".

"Se fossi in te.. Oh, se fossi in te!". L' uomo sorrise. "è impossibile che io sia te. O forse, semplicemente tu non sei me. O forse non importa! Chi lo sa? Chi, lo sa? Ciò che posso dirti è, che la tua ultima avventura comincia ora. Spetta a te scegliere.".

"Lo farò.".

Sono il Dottore. Ho vissuto a lungo nel Jedur, nell' universo del Jandur. Il mio nome è un' importante promessa. Ma non è mai stata la mia promessa. L' ho ereditata. Esiste qualcuno la fuori, che non appartiene a questo mondo. Forse è frutto della mia fantasia. Forse no. Nessuno lo sa, io non lo affermo, ma non lo contraddico. Forse sono pazzo. Sì, forse sono pazzo. Ma sono anche umano. Le due cose si assomigliano molto, eh? Se state leggendo questo ora, significa che sono morto. O forse sono ancora vivo, vivendo l'ultima avventura. Ciò che so, è che ho cercato di portare quello che quell' uomo mi insegnò in questo mondo. Se mi conoscete, provate anche voi a trasmettere quello che eventualmente vi ho insegnato. Ah, se volete sapere chi era il custode, assomigliava molto al Generale Incubo. Chissà se davvero era lui. No, lui è morto. O no? Ma ora non importa. Vi auguro una vita felice, a tutti. Alla prossima.

Il Dottore.

non so perché i video compaiono così.

perchè scusa, come volevano che venissero visualizzati?

perchè scusa, come volevano che venissero visualizzati?

bho! in genere si vedeva solo il link e non anche i frame dei video

bho! in genere si vedeva solo il link e non anche i frame dei video

Mettili tutti gli off sotto spoiler a questo punto

basta stuprare il gdr