[GDR]La magnanimità del Re non ha fine

Durante una delle sue tante scorribande per le terre di Alinox, il Re trovò sulla strada un cucciolo di drago incatenato vicino ad un albero. Data la sua infinità generosità, decise di liberare il cucciolo, distruggendo la catena con le sole mani.

“Adesso piccolino ti porto dal tuo padrone, così che possa ritrovarti!”

Il Re, dopo settimane di ricerca, riuscì a trovare il padrone del piccolo, che però si rifiutò di riprenderlo con sè. Il Re andò su tutte le furie, ma nonostante ciò decise di risparmiare l’uomo, avvertendolo che se l’avesse incontrato nuovamente gli avrebbe tagliato la gola.

Passarono diversi mesi ed il drago continuava a crescere, creando problemi di spazio nella città di Neapovil e mostrando una certa tristezza. Ed è qui che entra in gioco la magnanimità del Re: prese il drago e decise di ucciderlo con due soli fendenti.

“Evviva il Re! E’ il Re più buono del mondo! Evviva, ha liberato dalle sofferenze quel povero cucciolo! Evviva il Re!”

10 Likes

la colpa è del padrone che non ha voluto riaverlo :pensive: :disappointed_relieved: :weary:.
Povero cucciolo, le sue urla di tristezza stentoree riecheggiavano per tutta neapovil e il nostro grande re non ha avuto altra scelta se non quella di porre fine alla vita della povera bestia che incessantemente chiamava nel buio il nome del suo padrone.
:sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob:

2 Likes

Evviva il re!!!

3 Likes

La parola del Re è sacra, quando dice di fare una cosa la fa.

2 Likes