[GdR Nephèlai] Rapporti di Guardia

Il rossore nel cielo si faceva sempre più scuro, mentre il Generale Jètwin seduto nel suo studio si apprestava a mettere mano alle carte, pronto a stilare il verbale sugli avvenimenti di qualche giorno prima quando un gruppo di Armati aveva tentato l’assalto alle difese della cittadina.

Aveva segnato una bozza degli eventi, ne aveva tenuto nota durante tutto l’accaduto. Ora toccava solo mettere insieme quelle note, come un puzzle.


VERBALE D’AZIONE.
Caserma Centrale di Nephèlai.
17 Falam.

Assalto armato presso le nostre difese.

Al calar del sole del 14 Falam scorso forze sconosciute hanno assaltato le nostre difese con chiari intenti ostili, trattatisi di circa cento armati.
Da protocollo ho inviato un messaggero presso la Camera Regia, mentre mobilitavo in pronta risposta il Primo, il Secondo ed il Terzo reparto di Forze Speciali d’assalto e controffensiva guidate rispettivamente da Alvin Zamputor, Belladruk Drengot e Yngvark Drengot, mobilitanto un totale di circa 60 fra i nostri migliori Armati.

Lo scontro, che ho potuto osservare dal Centro Operativo mentre organizzavo eventuali contromisure, è avvenuto a poche centinaia di metri. Grazie ad una superiore capacità tattica, sfruttando il territorio noi favorevole e formazioni a ventaglio abbiamo spinto il nemico verso il Fiume.

Il nemico dopo aver perso le prime piccole schermaglie ha tentato quindi con gli armati rimanenti di guadare le acque in piena del fiume, per le ultime alluvioni primaverili. Questo atto sconsiderato del nemico ci ha permesso di sferrare un decisivo e finale assalto, che ha portato alla perdita di ulteriori forze nemiche. I pochi che hanno guadato il fiume indenni, meno di una trentina di effettivi, si sono dileguati in preda al terrore.

Le nostre perdite stimate sono state di appena 6 uomini inclusi di una quindicina di feriti, di contro agli oltre 30 uomini del nemico inclusi di decine di feriti. La vittoria è stata netta e schiacciante.

I nemici feriti sono stati recuperati, medicati e successivamente interrogati nella giornata di ieri. Gli interrogatori hanno dato un volto ed un nome agli assalitori, identificati in armati provenienti dalla cittadina di Vilidium. I prigionieri rimarranno tali fino a Vostra disposizione, l’ultimo appello ne contava 17.

Sempre al servizio,
Gen. Jètwin.


Un Messaggero partì veloce verso la Camera Regia, portando con sè il Verbale del Generale. Dopo vari passaggi di mano e moduli di consegna firmati, raggiunse i Diarchi. Ne seguì uno straordinario concilio ristretto, con la partecipazione dei due Diarchi, del Primo Ministro, del Capo del Consiglio Regio, dello stesso generale.

Si decise per l’interruzione dei Rapporti commerciali.

9 Mi Piace