[GDR ON] Una nuova casa. Parte 1 di 3

"E che diavolo... Sono passati ben 8 anni dall'incidente alla Piccola Silthrim, ma l'isola è ancora in costruzione e quelli ai piani alti ci piazzano qui a fare la guardia invece di dare una mano !? Mi sembra assurdo... quanto tempo ci servirà ancora per portare un po dell'antica gloria di Silthrim anche in questo piano?".

"Calmati Hantor, lo sai bene che la guardia è molto importante, non siamo l'unica città su questo piano... sebbene in questo periodo gli scontri sono più che altro legati a clan di briganti che assaltano carovane è sempre bene tenere gli occhi aperti, ti ricordo inoltre che siamo qui più che altro come sentinelle e in caso per scortare altri signori in visita attraverso la nostra città".

Hantor:"Mi scusi signore, terrò a freno la lingua".

Maggiore:"Non ti preoccupare, è sempre un bene parlare apertamente di queste cose, ci impedisce di creare futili gruppi di ideologie diverse all'interno della città, una città unita è più forte di mille uomini pronti a combattere... ti avevo mai raccontato della guerra in.." In quel momento un'altro poliziotto arrivò a passo svelto e si diresse verso il Maggiore, si fermò di fronte a lui e fece il saluto, egli rispose al saluto e chiese: "Cosa ti porta qui ?".

Poliziotto:"Abbiamo avvistato un'uomo, solo... si sta dirigendo proprio verso di noi".

Maggiore:"Qual'è il suo vessillo?".

Poliziotto:"Ne è sprovvisto e per di più è vestito in modo apparentemente strano, venga a vedere".

Maggiore:"Vieni con noi Hantor, qui ci si annoia".

Hantor:"Sissignore" a quel punto tutti e tre si dirigono alla postazione di vedetta nord-est della città che si trova sul bordo di una ripida parete, che però è l'unico punto da cui si riesce ad entrare in città se non si viene scortati dalle guardie reali attraverso strade nascoste e riservate.

"Eccolo lì" lo indica con un dito il poliziotto.

Maggiore:"Si lo vedo... E noto pure che sta camminando in modo strano, sembra stremato... chissà da dove viene..." L'uomo si stava avvicinando quasi strisciando con i piedi e barcollando in modo strano "O è davvero esausto o è completamente ubriaco, ma penso sia la prima" disse in tono scherzoso Hantor. Ad un certo punto l'uomo si fermò e alzo la testa verso l'alto, si mise una mano davanti al volto per coprire la luce del giorno... Fece come un segno con l'altra mano, perse l'equilibrio e cadde all'indietro senza neanche provare a ripararsi e rimase lì a braccia e gambe aperte senza rialzarsi...

"Presto presto correte scansafatiche! Chiamate medici e infermieri e dite loro di portare cibarie e vino!" Urlò il Maggiore a Hantor e all'altro, che scattarono quasi inseguiti da chissà quale bestia, intanto lui si precipitò fuori dalla città e poco prima di raggiungere l'uomo sguainò la spada e con cautela gli si avvicinò e gli fece un piccolo taglio sulla gamba tanto per essere sicuro che fosse realmente senza conoscenza... l'uomo non si mosse quindi lasciò andare la spada e gli si avvicinò, iniziò a chiamarlo, gli prese a schiaffi il volto ma senza risposta, allora gli tirò via i vestiti per vedere se respirava ancora, notò uno strano ciondolo fatto a mano prima di avvicinare l'orecchio alla bocca per vedere se il petto si muoveva ancora... stava respirando.

Ad un certo punto per chissà quale ragione l'uomo scostò la testa e iniziò a guardare il Maggiore con gli occhi a malapena aperti e chiese: "D-Dove mi trovo?" con una voce molto debole.

"Sei ad Irìdian, la città all'estremo Ovest dell'11° provincia di Jedur" rispose il Maggiore, fece una piccola pausa e a sua volta chiese "E qual'è il tuo nome?"

L'uomo quasi con le sue ultime forze rimaste rispose: "Brehemor, Neve del Sud"

Svenne un'attimo prima dell'arrivo di Hantor e del poliziotto insieme ai soccorritori, lo presero tutti assieme e lo portarono dentro la città, ad un certo punto Hantor notò che qualcosa cadde dallo zaino dell'uomo, sembrava una pergamena, si fermò la raccolse e la aprì, era una mappa risalente a metà secolo scorso, era stata tutta segnata da linee e cerchi, quasi ad indicare un percorso che terminava con una grande X rossa proprio sulla città.

"Che diavolo vorrà dire?"

121xxrt.png

Eccoci con il secondo GDR del mio personaggio... Brehmor, questa volta ho fatto più in grande del previsto e mi sono venute in mente fin troppe idee per racchiudere il tutto in un solo capitolo, anche perché sono le 2:30 di notte e riuscirei a finirlo non prima delle 5 di mattina e non scherzo, come per il precedente critiche, consigli e domande sono tutte ben accette

chapeau.jpg

Solo tre cose che terrei a puntualizzare per il resto devo farti veramente i complimenti :-D :

-I colpevoli degli attentati a piccola Silthrim sono stati arrestati e sono detenuti nelle prigioni di massima sicurezza ellire. http://forgottenworld.it/forum/topic/11647-marbm-beta-catene-spezzate/

-Non abbiamo guaritori o sarcedoti temo, solo medici e infermiere :asdasd:

-Alandir è la capitale della nazione, che in realtà non esiste. Ora come ora tu ti trovi ad Irìdian, città più grande delle tre città che sono state costruite nello stato

Non leggo molti Gdr, ma questo mi è piaciuto gg.

Non leggo molti Gdr, ma questo mi è piaciuto gg.

Mi fa piacere! Se vuoi qui c'è quello in cui ho presentato il personaggio http://forgottenworld.it/forum/topic/12519-gdr-on-neve-del-sud/