[GdR Parmarèjon] Ed il grande forno si spense

“Avete sentito le ultime?”
“Le ostilità?”
“Si proprio quelle! Chissà cosa accadrà…”
“Dici che ci faranno cambiare le produzioni in proiettili e lame?”
“Mannò, inizieremo a produrre armature! Te lo dico io!”
“Sciocchi! Costa troppo cambiare, continueremo come al solito”

Farfugliavano alcuni operai durante la loro magnanimamente concessa pausa di 7 minuti, intenti a leggere alcune pagine dell’Urlatore. Proprio in quegli istanti uno dei dirigenti, il figlio di uno dei ministri di Nephèlai, un raccomandato, arrivò nella saletta comune ed appese un grosso poster alla parete.


ALL’ATTENZIONE DEI LAVORATORI TUTTI

A partire dalla giornata di Domani 7 Spes 86

Avrà luogo con effetto immediato lo sgombero di ogne locale di pertinenza Parmarèjon Inc.
o sue filiali. Viene altresì sospesa ogne attività produttiva fino a nuovo ordine.
Tutti i dipendenti, eccezion fatta per i dirigenti, continueranno a percepire un salario pari al 75% del Lordo attuale durante il periodo di chiusura delle attività. I dirigenti continueranno a percepire il 100% del proprio stipendio.

Sede legale della società viene, con effetto immediato, spostata presso la Filiale di Viale Forgondùr a Spes.

Cordialemente,
La direzione.


Una volta appeso, il giovane dirigente invitò tutti i lavoratori presenti nella saletta a prendere atto dell’informativa, mentre lo stesso avveniva già in molte altre sedi della società.

Dal giorno seguente, i forni si spensero. I Fascicoli vennero portati a Spes. Enorme esborso economico arrivò dalla società per il pagamento dei salari.

3 Likes