[GDR] Seconda raccolta di esperimenti BIOUM-BAC/GOR

2ssT7.jpg

SECONDA RACCOLTA ESPERIMENTI BIOUM-BAC/GOR

In questa archiviazione sono raccolti gli esperimenti di tipo BAC (Da BAC08 fino a BAC14) e GOR (Da GOR09 fino a GOR17). Gli esperimenti di tipo BAC riguardano gli studi sulle neoscoperte colonie batteriche mentre gli esperimenti di tipo GOR riguardano gli studi e la ricerca dell'epidemia di Gor Lorach

Supervisore: Daemon Lividain

Esecutori: Equipe del reparto di Biotecnologie (Scienziati dei reparti di Biologia umana, Xenobiologia, Neurobiologia e Chimica e Farmacologia)

Esperimento BIOUM-BAC08

Soggetto dell'esperimento: Colonia batterica intestinale aviaria

Vengono prelevati dei batteri dall'intestino di un pollo in salute. Viene studiata la crescita e la proliferazione della colonia su tessuti diversi dal loro tessuto nativo

Risultati:

-Epidermide:

Lieve Rush Cutaneo, arrossamento della zona, lieve dermatite autolimitante.

-Ferita

Infezione di moderata entità, autolimitante. Il paziente presenta febbricola dopo due giorni e lamenta dolore.

-Bocca

Il paziente si rifiuta di sottomettersi all'amministrazione dell'esperimento. Il paziente viene obbligato alla compliance. Il paziente lamenta un sapore disgustoso e viene tenuto sotto osservzione. Non si osservano effetti a lungo termine.

-Tessuto oculare

Il paziente sviluppa rapidamente una infezione alla congiuntiva. L'infezione prosegue per due settimane risolvendosi senza conseguenze evidenti per la vista del paziente.

-Tessuto intestinale umano

Dopo due ore dall'immissione dei batteri il paziente presenta alcune scariche di diarrea. L'emissione irregolare di feci liquide continua per altri 2 giorni, risolvendosi spontaneamente.

Esperimento BIOUM-BAC09

Soggetto dell'esperimento: Colonia batterica e colonie di varie muffe

Come nell'esperimento BIOUM-BAC05, vengono studiate le reazioni dei soggetti al periodo di convivenza.

Vengono utilizzati diversi tipi di muffa per comprendere a pieno perchè alcune muffe sopravvivano e altre vengano uccise dai batteri

Risultati:

  • Muffa A: La muffa A viene rapidamente eliminata dai batteri, che continuano a proliferare fino all'esaurimento dello spazio.
    </li>
    <li>
    	<strong>Muffa B: </strong>La muffa ed i batteri continuano a crescere fino ad una situazione di equilibrio. Entrambi sembrano proliferare più rapidamente nelle zone in cui la colonizzazione è reciproca
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	<strong>Muffa C: L</strong>a muffa ed i batteri colonizzano tutto lo spazio disponibile finché le colonie non si incontrano. La muffa cambia colore ed inizia a proliferare verticalmente, mentre la crescita delle colonie sembra essere reciprocamente inibita sulla linea di confine.
    
    
    	 
    </li>
    

Esperimento BIOUM-BAC10

Soggetto dell'esperimento: Colonia di bacilli

Similmente all'esperimento BIOUM-BAC06 vengono condotti studi per capire i migliori modi di uccisione dei batteri. Questo esperimento servirà ad approfondire le conoscenze su questo argomento

Risultati:

-Freddo (-60° E):

La colonia viene congelata e portata a -60°. L'attività della colonia si ferma. Al ritorno alla temperatura ambiente si osserva una lenta ripresa della moltiplicazione batterica in alcune zone della colonia.

-Freddo (-40° E):

La colonia viene congelata e portata a -40°. L'attività della colonia si ferma. Al ritorno alla temperatura ambiente si osserva una lenta ripresa della moltiplicazione batterica in alcune zone della colonia.

-Angurioaurina:

La moltiplicazione batterica continua normalmente. La crescita continua anche dopo aver occupato tutto lo spazio disponibile sul vetrino, fino alla rottura dello stesso dopo una settimana. L'osservazione continuata non rileva alcuna differenza con le colonie normalmente nutrite se non una mancata inibizione per la mancanza di spazio da parte della colonia.

-Gastoprofene:

La moltiplicazione batterica prosegue in maniera notevolmente più veloce. Dopo due giorni di continua applicazione del principio attivo e del nutrimento, si osservano batteri di forma irregolare e dimensioni aumentate notevolmente. Vengono inoltre osservate numerose fusioni tra le cellule batteriche.


La colonia presto occupa tutto lo spazio disponibile, rompendo il vetrino ed iniziando a moltiplicarsi incontrollatamente sul banco del laboratorio, assorbendone il materiale al proprio interno.


Viene avviata la procedura di evacuazione standard. Il team di decontaminazione inviato rinviene uno Slime rossastro di piccole dimensioni tra gli strumenti danneggiati, catturandolo senza grosse difficoltà.


Unanimamente i ricercatori hanno deciso di soprannominare la creatura Bob.

-Aceto: Il laboratorio è momentaneamente inservibile per ulteriori test -Esperimento rimandato-

-Sale: Il laboratorio è momentaneamente inservibile per ulteriori test -Esperimento rimandato-

-Zucchero: Il laboratorio è momentaneamente inservibile per ulteriori test -Esperimento rimandato-

-Urina:Il laboratorio è momentaneamente inservibile per ulteriori test -Esperimento rimandato-

Esperimento BIOUM-BAC11

Soggetto dell'esperimento: Colonia di cocchi

I batteri vengono posti su un vetrino ricoperto di sciroppo. Il vetrino viene a sua volta posto in un contenitore ermetico dal quale viene estratta tutta l'aria. Si studiano le reazioni della colonia all'assenza di aria.

Risultati:

La crescita batterica è fortemente limitata inizialmente, dopo qualche ora continua la moltiplicazione ad una velocità più bassa. Si registra l'emissione di piccole quantità di gas vari, che aumentano lievemente la pressurizzazione del contenitore.

Esperimento BIOUM-BAC12

Soggetto dell'esperimento: Cavia umana

Viene prelevata una colonia di bacilli aviari e dopo averla fatta proliferare in sangue umano essa viene inoculata al donatore del sangue, dopodichè esso viene isolato in una stanza e viene inserita una flebo di Gastoprofene. Si studia la reazione della cavia alla malattia durante il trattamento medico.

Risultati:

Il paziente dopo l'immissione della colonia lamenta un improvviso malore e sviene. Le condizioni del paziente crollano improvvisamente, con un crollo della pressione e stato di shock.
La flebo viene inoculata dopo pochi secondi, con scarsi risultati. Il paziente inizia a sanguinare profusamente dalle gengive e dagli orifizi e muore dopo pochi minuti durante una crisi convulsiva.

Esperimento BIOUM-BAC13

Soggetto dell'esperimento: Cavia animale

Parte 1:

Viene prelevata una colonia di bacill aviari e dopo averla fatta proliferare in sangue di cane essa viene inoculata al donatore del sangue, il cane viene isolato in una stanza, si studia il suo decorso.

Risultato:

L'animale ha malore e sviene. Le condizioni dell'animale crollano improvvisamente, con un crollo della pressione e stato di shock.
L'animale inizia a sanguinare profusamente dalle gengive e dagli orifizi e muore dopo pochi minuti durante una crisi convulsiva.

Parte 2:

Viene prelevata una colonia di bacill aviari e dopo averla fatta proliferare in sangue di maiale essa viene inoculata al donatore del sangue, il maiale viene isolato in una stanza, si studia il suo decorso.

Risultato:

L'animale ha malore e sviene. Le condizioni dell'animale crollano improvvisamente, con un crollo della pressione e stato di shock.
L'animale inizia a sanguinare profusamente dalle gengive e dagli orifizi e muore dopo pochi minuti durante una crisi convulsiva.

Esperimento BIOUM-BAC14

Soggetto dell'esperimento: Cavia animale

Viene prelevata una colonia di bacill aviari e dopo averla fatta proliferare in sangue di pollo essa viene inoculata al donatore del sangue, il pollo viene isolato in una stanza, si studia il suo decorso.

Risultato:

L'animale ha malore e sviene. Le condizioni dell'animale crollano improvvisamente, con un crollo della pressione e stato di shock.
L'animale inizia a sanguinare profusamente dalle gengive e dagli orifizi e muore dopo pochi minuti durante una crisi convulsiva.

Esperimento BIOUM-GOR09

Soggetto dell'esperimento: Campione di sangue infetto

Viene ripetuto l'esperimento BIOUM-GOR01 in quanto i risultati sono stati classificati come inconcludenti. Il sangue sano, recuperato prima che il paziente si ammalasse, viene addizionato a diversi liquidi corporali infetti e viene osservata la reazione al microscopio

Risultati:

-Sangue infetto, recuperato dallo stesso donatore (un decimo sul totale):Non si osservano nei campioni differenze evidenti anche dopo un lungo periodo di incubazione, a parte una piccola quantità di piastrine ingrossate e di forma irregolare.

-Urina infetta (un decimo sul totale) Non si osservano nei campioni differenze evidenti anche dopo un lungo periodo di incubazione, a parte una piccola quantità di piastrine ingrossate e di forma irregolare.

-Saliva infetta (un decimo sul totale) Non si osservano nei campioni differenze evidenti anche dopo un lungo periodo di incubazione, a parte una piccola quantità di piastrine ingrossate e di forma irregolare.

Esperimento BIOUM-GOR10

Soggetto dell'esperimento: Cavie umane infette

A seguito dei successi ottenuti con il soggetto 18 viene eseguito nuovamente l'esperimento su più soggetti per verificare la validità della "cura". Vengono catalogate anche età, peso e altezza delle cavie, per verificare se ci siano correlazioni fra la fragilità di un individuo e l'efficacia di una cura. Le cavie sono infette da circa 6 ore.

Risultati:

  • Soggetto 25, Maschio di 25 anni, 85 DalG (Kg), 1,80 daM (Cm):
    	Nonostante un lieve miglioramento della sintomatologia, il soggetto muore dopo una grave crisi convulsiva.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Soggetto 27, Femmina di 23 anni, 56 DalG, 1,64 daM:
    
    
    	Il soggetto ha un decorso lieve della patologia e non entra nella fase allucinatoria. La guarigione avviene senza reiquati o complicanze.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Soggetto 28, Maschio di 13 anni, 43 DalG, 1,67 daM:
    
    
    	Il soggetto mostra un decorso più lento fino ai sintomi allucinatori, dopodiché lo stato psicofisico precipita. Il soggetto muore conseguentemente ad una crisi respiratoria.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Soggetto 30, Femmina di 8 anni, 32 DalG, 1,34 daM:
    
    
    	Il soggetto presenta un decorso estramente lieve della patologia. Il soggetto rimane ubidiente e collaborativo per tutto il decorso, e guarisce senza manifestare i sintomi allucinatori.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Soggetto 26, Maschio di 45 anni, 83 DalG, 1,77 daM:
    
    
    	Il soggetto mostra un decorso lento fino ai sintomi allucinatori. Durante il decorso della malattia le sue condizioni rimangono comunque stabili. Il soggetto guarisce con un lieve deficit di forza al braccio sinistro.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Soggetto 29, Femmina di 46 anni, 67 DalG, 1,70 daM:
    
    
    	Il soggetto ha un decorso lento della malattia. Entra nella fase allucinatoria e riesce a superare comunque la patologia senza conseguenze a lungo termine a parte un lieve acufene all'orecchio destro.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Soggetto 30, Maschio di 76 anni, 65 DalG, 1,75 daM:
    
    
    	Nonostante l'apparente fragilità, il soggetto manifesta una malattia in forma lieve. Manifesta un solo evento allucinatorio senza altre conseguenze. Nessun nuovo deficit riportato oltre ai precedenti dovuti all'età.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Soggetto 32, Femmina di 74 anni, 60 DalG, 1,68 daM:
    
    
    	Il soggetto si aggrava rapidamente giungendo alla fase allucinatoria. Il soggetto giunge a morte per arresto cardiaco durante un episodio allucinatorio in cui manifestava grande timore per entità irreali.
    </li>
    

Esperimento BIOUM-GOR11

Soggetto dell'esperimento: Cavia umana

Parte 1:

Strumenti chirurgici vengono immersi in sangue umano infetto. Dopodichè vengono posti in un forno secco per venti minuti a 200° E. Gli strumenti vengono utilizzati sui soggetti 33,36,37 e 40. I pazienti, una volta operati, vengono posti in stanze isolate singole.

Si studiano le reazioni dei pazienti.

Risultati:

Soggetto 33: Infetto

Soggetto 36: Infetto

Soggetto 37: Infetto

Soggetto 40: Infetto

Parte 2:

Strumenti chirurgici vengono immersi in sangue umano infetto. Dopodichè vengono posti in un forno a vapore per venti minuti a 200 E. Gli strumenti vengono utilizzati sui soggetti 41, 42, 43, 44

I pazienti una volta operati vengono posti in stanze isolate singole.

Risultati:

Soggetto 41: Infetto

Soggetto 42: Infetto

Soggetto 43: Infetto

Soggetto 44: Sano

Parte 3:

Strumenti chirurgici vengono immersi in sangue umano infetto. Dopodichè vengono fatti bollire dentro dell'alcol per dieci minuti a 100° E. Gli strumenti vengono utilizzati sui soggetti 34, 35, 38 e 39.

I pazienti una volta operati vengono posti in stanze isolate singole.

Risultati:

Soggetto 34: Infetto

Soggetto 35: Infetto

Soggetto 38: Infetto

Soggetto 39: Infetto

Note:

Durante la disinfezione della parte 3, i vapori dell'alcol durante l'ebollizione prendono improvvisamente fuoco. Una piccola esplosione coinvolge i ricercatori del laboratorio, con 3 feriti lievi ed uno grave.

Lo scienziato John Der , ideatore dell'esperimento, viene momentaneamente declassato e si occuperà per i prossimi tre mesi della pulizia degli archivi.

Esperimento BIOUM-GOR12

Soggetto dell'esperimento: Fiale di sangue infetto - Cavie umane infette

Parte 1:

Le diverse fiale vengono trattate con diverse sostanze farmaceutiche, si osserva al microscopio la reazione del sangue al trattamento.

Risultati:

Fiala A - Gastoprofene:

La cellularità del sangue aumenta lievemente, per poi mantenersi stabile. Nel sangue si manifestano alcune cellule di grosse dimensioni, polinucleate, citologicamente molto simili a quelle osservate nel Sistema Nervoso dei soggetti infetti.

Fiala B - Angurioaurina:

Il sangue infetto non sembra subire alterazioni. Si osserva un notevole rallentamento della normale decomposizione e deterioramento.

Fiala C - Aurocarotene [Pozione di visione notturna]:

Nessun effetto visibile sui campioni

Fiala D - Glicina [Pozione di velocità]:

Nessun effetto visibile sui campioni

Fiala E - Leprodestrina [Pozione di salto]:

Nessun effetto visibile sui campioni

Fiala F - Vampoprofene [Pozione di forza]:

Nessun effetto visibile sui campioni<em><strong>Parte 2:</strong></em>

Otto pazienti infetti vengono isolati in otto stanze. Dopo essere stati legati ai loro letti vengono inserite delle flebo di diversi prodotti farmaceutici per testarne l'efficacia nella ricerca di una cura.

Risultati:

100% Angurioaurina:

La malattia progredisce lentamente. Il soggetto manifesta una forma lieve e non progredisce fino alla fase allucinatoria. Il soggetto guarisce senza conseguenze a lungo termine.

100% Aurocarotene:

La pozione invisibilità non esiste in GdR ON. Se è la pozione per la visione notturna il soggetto riporta una visione migliorata per tutta la durata dell'esperimento, ma la malattia prosegue normalmente aggravandone le condizioni fino alla morte. Il soggetto riporta allucinazioni più nitide.

100% Glicina:

Il soggetto riferisce una maggiore coordinazione occhio mano. La condizione mentale del soggetto si aggrava rapidamente dopo l'insorgere della fase allucinatoria e muore durante una crisi convulsiva particolarmente feroce.

100% Leprodestrina:

Il soggetto riporta una maggiore resistenza alla fatica fisica per tutta la durata dell'esperimento. Il soggetto passa attraverso tutte le normali fasi della malattia e sopravvive con una amnesia anterograda riguardante gli ultimi 6 mesi.

100 % Vampoprofene:

Il soggetto riporta un aumento della forza fisica durante il trattamento. Apparentemente docile, il soggetto approfitta di una distrazione per strappare le cinghie, sopraffare una guardia e scappare dal cella. Il contenimento della minaccia viene rapidamente ristabilito terminando il soggetto. L'area dei test è chiusa per un'accurata disinfezione. Due guardie risultano infettate dal Morbo e lasciate in quarantena.

50% Gastoprofene, 50% Angurioaurina:

Il laboratorio è al momento inservibile per ulteriori test

50% Gastoprofene, 50% Vampoprofene:

Il laboratorio è al momento inservibile per ulteriori test

50% Gastoprofene, 25% Vampoprofene, 25% Angurioaurina:

Il laboratorio è al momento inservibile per ulteriori test

Esperimento BIOUM-GOR13

Soggetto dell'esperimento: Cavia animale

Il soggetto A05, specie Lupen Viguis, viene isolato in una stanza, di conseguenza si procede ad inoculargli una fiala di urina umana infetta. Si osservano le reazioni dell’animale alla malattia e il suo decorso.

Risultati:

Il cane inizia a guarire rumorosamente, si accascia e muore poco dopo

Esperimento BIOUM-GOR14

Soggetto dell'esperimento: Cavia animale

Il soggetto A07, specie Porc Porcae, viene isolato in una stanza, di conseguenza si procede ad inoculargli una fiala di urina umana infetta. Si osservano le reazioni dell’animale alla malattia e il suo decorso.

Risultati:

L'animale inizia a grugnire rumorosamente, si accascia e muore poco dopo

Esperimento BIOUM-GOR15

Soggetto dell'esperimento: Fiale di sangue animale

Il sangue animale viene posto su un vetrino e osservato al microscopio, dopodichè viene posta delll'urina infetta nel sangue. Si osservano le reazioni del sangue all'urina infetta.

Risultato:

Non si osserva alcun apparente risultato, a parte la presenza di alcune piastrine di forma irregolare e dimensioni aumentate.

Esperimento BIOUM-GOR16

Soggetto dell'esperimento: Cervello infetto

Vengono raccolti i microrganismi plurinucleati. Essi vengono osservati al microscopio per studiarne il comportamento e i metodi di riproduzione.

Risultato:

Gli organismi muoiono rapidamente nel terreno di coltura standard, indipendentemente dalla quantità di nutrienti utilizzati.

Esperimento BIOUM-GOR17

Soggetto dell'esperimento: Cavia umana infetta

Considerato il grosso numero di piastrine, seppur deformi, si procede all'incisione dell'epidermide del soggetto 42, positivo al morbo da un giorno, per verificare l'efficenza delle piastrine

Risultato:

La ferita guarisce secondo i normali tempi fisiologici

Spoiler
<div class="ipsSpoiler_contents">
	<p>
		Marok, mi spiace ma ormai ci ho preso gusto <img alt=":asdasd:" data-emoticon="" src="<fileStore.core_Emoticons>/emoticons/default_asdasd.gif" title=":asdasd:" /></p>
</div>

Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		<u><strong>Esperimento BIOUM-BAC08</strong></u>
	</p>
</div>
  • -Epidermide:
    	Lieve Rush Cutaneo, arrossamento della zona, lieve dermatite autolimitante.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	-Ferita
    
    
    	Infezione di moderata entità, autolimitante. Il paziente presenta febbricola dopo due giorni e lamenta dolore.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	-Bocca
    
    
    	Il paziente si rifiuta di sottomettersi all'amministrazione dell'esperimento. Il paziente viene obbligato alla compliance. Il paziente lamenta un sapore disgustoso e viene tenuto sotto osservzione. Non si osservano effetti a lungo termine.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	-Tessuto oculare
    
    
    	Il paziente sviluppa rapidamente una infezione alla congiuntiva. L'infezione prosegue per due settimane risolvendosi senza conseguenze evidenti per la vista del paziente.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	-Tessuto intestinale umano
    
    
    	Dopo due ore dall'immissione dei batteri il paziente presenta alcune scariche di diarrea. L'emissione irregolare di feci liquide continua per altri 2 giorni, risolvendosi spontaneamente.
    </li>
    
Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		<strong><u>Esperimento BIOUM-BAC09</u></strong>
	</p>
</div>

  • Muffa A:
    	La muffa A viene rapidamente eliminata dai batteri, che continuano a proliferare fino all'esaurimento dello spazio.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	<strong>Muffa B:</strong>
    
    
    	La muffa ed i batteri continuano a crescere fino ad una situazione di equilibrio. Entrambi sembrano proliferare più rapidamente nelle zone in cui la colonizzazione è reciproca
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	<strong>Muffa C:</strong>
    
    
    	la muffa ed i batteri colonizzano tutto lo spazio disponibile finché le colonie non si incontrano. La muffa cambia colore ed inizia a proliferare verticalmente, mentre la crescita delle colonie sembra essere reciprocamente inibita sulla linea di confine.
    
    
    	 
    </li>
    
Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		<strong><u>Esperimento BIOUM-BAC10</u></strong>
	</p>
</div>
  • -Freddo (-60° E):
    	La colonia viene congelata e portata a -60°. L'attività della colonia si ferma. Al ritorno alla temperatura ambiente si osserva una lenta ripresa della moltiplicazione batterica in alcune zone della colonia.
    </li>
    <li>
    	<p>
    		-Freddo (-40° E):
    
    
    		La colonia viene congelata e portata a -40°. L'attività della colonia si ferma. Al ritorno alla temperatura ambiente si osserva una lenta ripresa della moltiplicazione batterica in alcune zone della colonia.
    	</p>
    </li>
    <li>
    	<p>
    		-Angurioaurina:
    
    
    		La moltiplicazione batterica continua normalmente. La crescita continua anche dopo aver occupato tutto lo spazio disponibile sul vetrino, fino alla rottura dello stesso dopo una settimana. L'osservazione continuata non rileva alcuna differenza con le colonie normalmente nutrite se non una mancata inibizione per la mancanza di spazio da parte della colonia.
    	</p>
    </li>
    <li>
    	<p>
    		-Gastoprofene:
    
    
    		La moltiplicazione batterica prosegue in maniera notevolmente più veloce. Dopo due giorni di continua applicazione del principio attivo e del nutrimento, si osservano batteri di forma irregolare e dimensioni aumentate notevolmente. Vengono inoltre osservate numerose fusioni tra le cellule batteriche.
    
    
    		La colonia presto occupa tutto lo spazio disponibile, rompendo il vetrino ed iniziando a moltiplicarsi incontrollatamente sul banco del laboratorio, assorbendone il materiale al proprio interno.
    
    
    		Viene avviata la procedura di evacuazione standard. Il team di decontaminazione inviato rinviene uno Slime rossastro di piccole dimensioni tra gli strumenti danneggiati, catturandolo senza grosse difficoltà.
    
    
    		Unanimamente i ricercatori hanno deciso di soprannominare la creatura Bob.
    	</p>
    </li>
    <li>
    	<p>
    		-Aceto: Il laboratorio è momentaneamente inservibile per ulteriori test
    	</p>
    </li>
    <li>
    	<p>
    		-Sale: vedi sopra
    	</p>
    </li>
    <li>
    	<p>
    		-Zucchero: vedi sopra
    	</p>
    </li>
    <li>
    	<p>
    		-Urina: vedi sopra
    	</p>
    </li>
    

Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		<strong><u>Esperimento BIOUM-BAC11</u></strong>
	</p>
</div>

La crescita batterica è fortemente limitata inizialmente, dopo qualche ora continua la moltiplicazione ad una velocità più bassa. Si registra l'emissione di piccole quantità di gas vari, che aumentano lievemente la pressurizzazione del contenitore.

Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		<strong><u>Esperimento BIOUM-BAC12</u></strong>
	</p>
</div>

Il paziente dopo l'immissione della colonia lamenta un improvviso malore e sviene. Le condizioni del paziente crollano improvvisamente, con un crollo della pressione e stato di shock.

La flebo viene inoculata dopo pochi secondi, con scarsi risultati. Il paziente inizia a sanguinare profusamente dalle gengive e dagli orifizi e muore dopo pochi minuti durante una crisi convulsiva.

Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		<u><strong>Esperimento BIOUM-BAC13</strong></u>
	</p>
</div>

Entrambi i risultati sono sovrapponibili con l'esperimento BAC12

Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		<strong><u>Esperimento BIOUM-BAC14</u></strong>
	</p>
</div>

Risultato ssovrapponibile con l'esperimento BAC12




------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		<u><strong>Esperimento BIOUM-GOR09</strong></u>
	</p>
</div>

Non si osservano nei campioni differenze evidenti anche dopo un lungo periodo di incubazione, a parte una piccola quantità di piastrine ingrossate e di forma irregolare.

Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		<strong><u>Esperimento BIOUM-GOR10</u></strong>
	</p>
</div>

  • Soggetto 25, Maschio di 25 anni, 85 DalG (Kg), 1,80 daM (Cm):
    	Nonostante un lieve miglioramento della sintomatologia, il soggetto muore dopo una grave crisi convulsiva.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Soggetto 27, Femmina di 23 anni, 56 DalG, 1,64 daM:
    
    
    	Il soggetto ha un decorso lieve della patologia e non entra nella fase allucinatoria. La guarigione avviene senza reiquati o complicanze.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Soggetto 28, Maschio di 13 anni, 43 DalG, 1,67 daM:
    
    
    	Il soggetto mostra un decorso più lento fino ai sintomi allucinatori, dopodiché lo stato psicofisico precipita. Il soggetto muore conseguentemente ad una crisi respiratoria.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Soggetto 30, Femmina di 8 anni, 32 DalG, 1,34 daM:
    
    
    	Il soggetto presenta un decorso estramente lieve della patologia. Il soggetto rimane ubidiente e collaborativo per tutto il decorso, e guarisce senza manifestare i sintomi allucinatori.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Soggetto 26, Maschio di 45 anni, 83 DalG, 1,77 daM:
    
    
    	Il soggetto mostra un decorso lento fino ai sintomi allucinatori. Durante il decorso della malattia le sue condizioni rimangono comunque stabili. Il soggetto guarisce con un lieve deficit di forza al braccio sinistro.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Soggetto 29, Femmina di 46 anni, 67 DalG, 1,70 daM:
    
    
    	Il soggetto ha un decorso lento della malattia. Entra nella fase allucinatoria e riesce a superare comunque la patologia senza conseguenze a lungo termine a parte un lieve acufene all'orecchio destro.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Soggetto 30, Maschio di 76 anni, 65 DalG, 1,75 daM:
    
    
    	Nonostante l'apparente fragilità, il soggetto manifesta una malattia in forma lieve. Manifesta un solo evento allucinatorio senza altre conseguenze. Nessun nuovo deficit riportato oltre ai precedenti dovuti all'età.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Soggetto 32, Femmina di 74 anni, 60 DalG, 1,68 daM:
    
    
    	Il soggetto si aggrava rapidamente giungendo alla fase allucinatoria. Il soggetto giunge a morte per arresto cardiaco durante un episodio allucinatorio in cui manifestava grande timore per entità irreali.
    </li>
    
Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		<strong><u>Esperimento BIOUM-GOR11</u></strong>
	</p>
</div>

Tutti i soggetti manifestano un normale decorso della malattia, con la notevole eccezione del soggetto 44 che rimane sano.

Durante la disinfezione della parte 3, i vapori dell'alcol durante l'ebollizione prendono improvvisamente fuoco. Una piccola esplosione coinvolge i ricercatori del laboratorio, con 3 feriti lievi ed uno grave. (Suggerisco di ruolare un procedimento disciplinare per il genio che ha deciso di far bollire l'alcol su una pentola <a contenteditable="false" data-ipshover="" data-ipshover-target="<___base_url___>/profile/2958-livid/?do=hovercard" data-mentionid="2958" href="<___base_url___>/profile/2958-livid/" id="ips_uid_205_6" rel="">@livid</a>  <img alt=":asd:" data-emoticon="true" src="<fileStore.core_Emoticons>/emoticons/default_icon_asd.gif" title=":asd:">)

Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		<strong><em>Esperimento BIOUM-GOR12</em></strong>
	</p>
</div>

Parte 1:

  • Fiala A - Gastoprofene:
    	La cellularità del sangue aumenta lievemente, per poi mantenersi stabile. Nel sangue si manifestano alcune cellule di grosse dimensioni, polinucleate, citologicamente molto simili a quelle osservate nel Sistema Nervoso dei soggetti infetti.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Fiala B - Angurioaurina:
    
    
    	Il sangue infetto non sembra subire alterazioni. Si osserva un notevole rallentamento della normale decomposizione e deterioramento.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Fiala C - Aurocarotene [Pozione d'invisibilità]:
    
    
    	Non esiste la pozione dell'invisibilità in GdR ON. Se è la pozione per la visione notturna non ha alcun effetto visibile.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Fiala D - Glicina [Pozione di velocità]:
    
    
    	Nessun effetto visibile sui campioni
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Fiala E - Leprodestrina [Pozione di salto]:
    
    
    	Come sopra
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	Fiala F - Vampoprofene [Pozione di forza]:
    
    
    	Come sopra
    </li>
    

Parte 2:

  • 100% Angurioaurina:
    	La malattia progredisce lentamente. Il soggetto manifesta una forma lieve e non progredisce fino alla fase allucinatoria. Il soggetto guarisce senza conseguenze a lungo termine.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	100% Aurocarotene:
    
    
    	La pozione invisibilità non esiste in GdR ON. Se è la pozione per la visione notturna il soggetto riporta una visione migliorata per tutta la durata dell'esperimento, ma la malattia prosegue normalmente aggravandone le condizioni fino alla morte. Il soggetto riporta allucinazioni più nitide.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	100% Glicina:
    
    
    	Il soggetto riferisce una maggiore coordinazione occhio mano. La condizione mentale del soggetto si aggrava rapidamente dopo l'insorgere della fase allucinatoria e muore durante una crisi convulsiva particolarmente feroce.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	100% Leprodestrina:
    
    
    	Il soggetto riporta una maggiore resistenza alla fatica fisica per tutta la durata dell'esperimento. Il soggetto passa attraverso tutte le normali fasi della malattia e sopravvive con una amnesia anterograda riguardante gli ultimi 6 mesi.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	100 % Vampoprofene:
    
    
    	Il soggetto riporta un aumento della forza fisica durante il trattamento. Apparentemente docile, il soggetto approfitta di una distrazione per strappare le cinghie, sopraffare una guardia e scappare dal cella. Il contenimento della minaccia viene rapidamente ristabilito terminando il soggetto. L'area dei test è chiusa per un'accurata disinfezione. Due guardie risultano infettate dal Morbo e lasciate in quarantena.
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	50% Gastoprofene, 50% Angurioaurina:
    
    
    	Vedi sopra
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	50% Gastoprofene, 50% Vampoprofene:
    
    
    	Vedi sopra
    
    
    	 
    </li>
    <li>
    	50% Gastoprofene, 25% Vampoprofene, 25% Angurioaurina:
    
    
    	Vedi sopra
    </li>
    
Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		<strong><u>Esperimento BIOUM-GOR13</u></strong>
	</p>
</div>

L'animale Il cane inizia a guarire rumorosamente, si accascia e muore poco dopo

Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>

Esperimento BIOUM-GOR14


Praticamente come sopra. Cambia guaire con grugnisce <img alt=":asd:" data-emoticon="true" src="<fileStore.core_Emoticons>/emoticons/default_icon_asd.gif" title=":asd:">

Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>

Esperimento BIOUM-GOR15


Non si osserva alcun apparente risultato, a parte la presenza di alcune piastrine di forma irregolare e dimensioni aumentate.

Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>

Esperimento BIOUM-GOR16


Gli organismi muoiono rapidamente nel terreno di coltura standard, indipendentemente dalla quantità di nutrienti utilizzati.

Il ‎21‎/‎09‎/‎2017 at 03:31, livid dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		<u><strong>Esperimento BIOUM-GOR17</strong></u>
	</p>
</div>

La ferita guarisce secondo i normali tempi fisiologici

Istituto di Tecnologia di Karaldur - UFFICIO DEL RETTORATO - ARCHIVIAZIONE STRAORDINARIA

Dati i tempi bui e la rilevanza vitale della ricerca , la tuta, specifiche tecniche e sistema di produzione vengono sottoposti ad un livello di archiviazione straordinario di I3 (lav SOLO ISTITUTO) - I4.

L’Archiviazione Straordinaria potrà essere oggetto di modifiche future.

Il Rettore.

---

Istituto di Tecnologia di Karaldur - UFFICIO DEL RETTORATO

Archiviazione Straordinaria rimossa e test approvati e archiviati dall’Ufficio del Rettorato.

Si applica un livello di autorizzazione I3(lav) - I4 per presa visione dei risultati.

Il Rettore.

Spoiler
<div class="ipsSpoiler_contents">
	<p>
		scusa per capire, ma i dati inviati a Spes sono pubblici o no?
	</p>

	<p>
		 
	</p>
</div>

20 minuti fa, digreG dice:
<div class="ipsQuote_contents">
	<div class="ipsSpoiler" data-ipsspoiler="">
		<div class="ipsSpoiler_header">
			<a href="#" rel=""> </a> <span>Mostra contenuto nascosto</span>
		</div>

		<div class="ipsSpoiler_contents">
			<p>
				scusa per capire, ma i dati inviati a Spes sono pubblici o no?
			</p>

			<p>
				 
			</p>
		</div>
	</div>

	<p>
		 
	</p>
</div>
Spoiler
<div class="ipsSpoiler_contents">
	<p>
		Solo gli esperimenti GOR della prima raccolta. Questi sono tutti estremamente riservati al momento.
	</p>
</div>