[GDR] Trattato con Spes

Per tutto il mese di Varpu dell’anno 90 e.c. , il regno di Gothlan subì numerose razzie da parte di popolazioni derivanti dalla zona del Birdan. il popolo visse ogni giorno con sospetto e dormendo con un occhio aperto per molte notti.
Il re Robin Kentor, preoccupato per la sua gente, cercò disperatamente di trovare una soluzione a questi attacchi dapprima chiedendo ai fabbri una maggiore produzione di armi ed armature per poter far fronte alle invasioni, poi provando a chiedere un patto di non belligeranza a tempo determinato.
Re Robin sapeva benissimo che con questa azione sarebbe potuto essere deriso appunto a causa di una richiesta tregua. Tuttavia, date le circostanze e la superiorità militare degli avversari, decise di tentare, nella speranza di ottenere un breve periodo di pace e tranquillità, un’azione diplomatica.
Il monarca, dopo essersi essersi confrontato con gli alti ranghi di Spes in un incontro tenutosi direttamente nel fortino di Gothlan, riuscì ad avere l’approvazione della capitale per una tregua all’interno dei propri confini e una punizione a chiunque avesse osato tentare un omicidio nei pressi della città per circa 8 mesi. Ovviamente, però, tutto ciò ebbe delle condizioni:
la tregua potè rimanere valida solo nel caso in cui i residenti non avessero nè attaccato altri regni nè li avessero insultati.
Questa notizia echeggiò per tutto il regno in pochissimo tempo, suscitando negli abitanti un sentimento d’apprezzamento verso il loro re e il suo atto di coraggio.

GDR OFF

Si accettano consigli ed accorgimenti sul racconto

1 Like
GDR OFF

Ti ho scritto in privato! :slight_smile:

1 Like