guado

La testa mi girava e mi doleva, avevo quasi perso i sensi per il colpo subito, sicuramente avrei perso la testa se non avessi indossato l'elmo e se non avessi rallentato il fendente che mi era stato inferto. Mi accorsi che l'acqua era ormai un pantano di: sangue, viscere, *Kata ti vede* e vomito, cadere significava morte certa, ogni passo era diventato sempre più pesante da portare a termine, ogni parata o sferzata richiedeva un enorme dispendio di energie e di equilibrio. A centinaia erano morti perché avevano perso l'equilibrio ed erano finiti in acqua, il resto del lavoro c'aveva pensato la pesante armatura tenendoli ben piantati sul fondale fangoso, chi avrebbe mai detto che trenta centimetri d'acqua potessero essere così mortali?!

Chiusi gli occhi e scossi per un secondo la testa, dovevo riprendermi alla svelta il mio avversario non avrebbe aspettato molto prima di tornare alla carica, riaprii gli occhi e mi affrettai a mettermi in una posizione difensiva, ero stremato ma non volevo morire in quel posto merdoso!

Si lanciò alla carica con furia e foga, la grossa stazza lo rendeva ancor più minaccioso e pericoloso. Indossava lo stemma dei Greyfox, sarebbe stato irriconoscibile se non fosse stato per i colori che si intravedevano tra qualche spazio di chiazza di sangue e l'altro. Dall'elmo del mio avversario si poteva intravedere una parte del volto di quella bestia umana, occhi di un verde smeraldo quasi innocenti se non fossero iniettati di furia omicida, il naso era schiacciato e torto verso sinistra, dei folti baffi facevano da cornice alle labbra le quali nascondevano un marcio sorriso. Era il sorriso perverso di un assassino.

Tentò un affondo all'altezza del mio ventre, spostai la gamba destra indietro roteando così il busto e fornendo un minor bersaglio, il braccio che reggeva la spada roteò in basso andando a cozzare con la spada avversaria. Una forte scossa mi pervase per tutto il braccio, riportai la spada in posizione in attesa della mossa successiva, nel frattempo la spinta della carica aveva fatto finire il mio avversario alla mia destra, arretrai di un passo per evitare di starli troppo vicino, mentre mi spostavo provò a sferrarmi un fendente roteando su se stesso, probabilmente la forte carica unita all'enorme peso avevano fatto sprofondare i piedi nel terreno fangoso, poiché perse l'equilibrio finendo rumorosamente in acqua. Braccia e mani si agitavano in maniera compulsiva, per un momento riuscii a intravedere il suo volto che emergeva dal fondale, gli occhi erano straboccanti di terrore non più di furia omicida, il sorriso si era trasformato in una smorfia di dolore e paura, sapeva che sarebbe morto di una morte orribile.

Solo allora tornai a rendermi conto della battaglia che infuriava intorno a me, grida, ordini, tamburi e corni si mischiavano uno sopra l'altro rendendo il tutto un brusio assordante. Iniziai a muovermi in avanti, dovevamo conquistare il Guado, dovevamo sconfiggere i Greyfox e i Sunsmile, ai Searth ed Earblack spettava il compito di farsi strada tra gli Hawk, i Greentail all'inizio della battaglia si erano schierati contro di noi andando ad ingrossare le file degli Shield, ciò che all'inizio sembra uno scontro equilibrato adesso era un massacro collettivo.

Un uomo alla mia destra stava gridando in maniera straziante mentre con una mano si stringeva le viscere insanguinate e verdognole a causa della bile, il ventre gli era stato reciso da parte a parte, un comito di vomito mi salì alla bocca nel vedere quello spettacolo. Feci il primo passo in avanti rigettando la sensazione di vomitare, feci il passo alla ricerca del mio futuro avversario, l elmo pesava e mi limitava la vista, il braccio mi doleva e lo sentivo pulsare, avevo timore a guardare, l'unica cosa sicura era che avevo ancora la mano, sentivo il peso della spada trascinarmi il braccio in basso. Quanto avrei voluto stare a casa; adesso, il tempo delle fragole era quasi arrivato, le prime mietiture si sarebbero fatte, riempiendo l'aria di quei fragori di erba tagliata e fieno per le bestie da soma; a quest'ora della giornata sarei appena tornato dal campo, mia moglie mi sarebbe venuta incontro baciandomi amorevolmente, ci saremmo guardati negli occhi e avremmo sorriso come giovani innamorati.

Il sogno durò un battito di ciglia, un alfiere mi si parò di fronte cercando subito l'affondo sul mio petto, deviai l'attacco con la spada spingendo la picca oltre il bersaglio prefissato, cercai di spingermi il più velocemente in avanti evitando di fare la fine del mio avversario precedente. Piegai le ginocchia cercando una maggior stabilità prima di rispondere a mia volta con un fendente, trovai lo sterno avversario, la cotta di maglia era troppo leggera e io avevo impresso troppa forza perché potesse arrestare il colpo, sentii la spada sprofondare, il sangue piano piano iniziò a fuoriuscire dal suo petto, colando sulla lama ormai smussata dai troppi colpi inferti e subiti. Mentre estraevo la lama dal corpo ormai quasi senza vita, sentii una fitta lancinante alla gamba sinistra, come se qualcosa mi avesse perforato, iniziai a sentire la gamba calda e bagnata, piegai la testa verso l'origine del dolore e ciò che temevo si materializzò : Una freccia aveva fatto breccia nell'armatura perforandomi la coscia della gamba sinistra. Piantai la spada nel terreno e afferrai la freccia iniziando a fare pressione affinché si spezzasse, ad ogni pressione che esercitavo delle scosse di dolore mi percorrevano per tutto il corpo. Al quarto tentativo finalmente la freccia si spezzò, buttai con furia la parte piumata , chiusi gli occhi e mi feci forza afferrando la parte con la punta e tirai con forza fino a quando non sentii più resistenza da parte del mio corpo, presi velocemente un unguento dalla mia bisacca e ne versai avidamente il contenuto sulla ferita. Sentii come se qualcuno mi stesse lacerando e bruciando la carne stessa, il sangue se da prima aveva un colorito rosso vivo adesso era diventato bluastro e grumoso smettendo poco dopo di sgorgare.

Ero ormai arrivato sull'altra riva e mi apprestavo a risalire gli argini, ogni passo che concludevo era uno strazio, avevo smesso di sanguinare ma non di soffrire.

Ancora due passi e avrei risalito l'argine, dietro di me infuriava la battaglia, mi voltai un attimo per guardare sotto di me, cadaveri e combattenti ovunque, in alcuni posti l'accumolo di cadaveri era talmente alto che si erano creati delle isolette rialzate. Lo spettacolo che mi si prestò agli occhi era tetro e rivoltante, un'altra sensazione di vomito si impadronì di me, cercai di respirare profondamente per scacciare la sensazione, ma non riuscivo a respirare, sentii la gola riempirsi di calore.. era sangue, ogni secondo che passava mi sentivo sempre più debole, le palpebre mi si chiudevano e i polmoni iniziarono a dolermi. Lasciai cadere la spada e con le ultime forze che sentivo in corpo, avvicinai le mani alla gola,mi resi conto che ero stato colpito da una freccia, mi lasciai cadere in ginocchio chiudendo gli occhi, una lieve brezza mi attraversò il viso, fu l'ultimo piacere della mia vita, almeno non ero morto in quel merdoso acquitrino.

I due schieramenti?

Greyfox, sunsmile, greentail, shield vs searth, earblack (schieramenti di fantasia )

Greyfox, sunsmile, greentail, shield vs searth, earblack (schieramenti di fantasia )

il testo è bello, sei un bravo scrittore, pero una cosa non va bene, qui si si fa GDR ma sempre attinente agli avvenimenti in gioco, quindi mi dispiace ma credo che te lo faranno levare :( sotto un altro contesto sarebbe stato un bel testo, magari puoi farne uno con letoriani VS buhhuiti

No al massimo non è canonico. Non succede nulla

Prima che arrivi lo staff, vi consiglio di mettere tutto sotto spoiler.

ah ok, quindi se non è canonico è tutto apposto? fantastico!

ah ok, quindi se non è canonico è tutto apposto? fantastico!

Non è che adesso se qualcuno fa un gdr non canonico viene fustigato, semplicemente si avverte che non potrà essere usato nella wiki o come base di interazione con altri; poi se il gdr è fatto bene si fanno anche i complimenti :)

Non è che adesso se qualcuno fa un gdr non canonico viene fustigato, semplicemente si avverte che non potrà essere usato nella wiki o come base di interazione con altri; poi se il gdr è fatto bene si fanno anche i complimenti :)

infatti mi complimento con lui e mi sarebbe dispiaciuto che il GDR venisse eleminato :)

verrà detto che era sotto l'influsso di Gola :asd: