[HB 5e] Archetipo Marziale: Legionarius

Ciao e benvenuti nel primo post di questa serie, basati sullo sviluppo di contenuti di gioco per la quinta edizione di Dungeons&Dragons.

Come scritto nel titolo oggi presento a voi tutti un nuovo archetipo marziale ispirato alla storia romana: il Legionarius. QUesto archetipo si differenzia dagli altri perché invece di aumentare semplicemente la potenza base di un guerrieri, vuole creare elle sinergie di gruppo attraverso la meccanica dei manipolari.

Buona lettura!

Legionarius

Il Legionarius è un guerriero che fedele e dotato di una grandissima disciplina; le sue conoscenze spaziano dal combattimento alla costruzione e all'ingegneria; sono soldati dotati di visione tattica e flessibilità. Sono pochi i quelli che possiedono le conoscenze tecniche necessarie per costruire strade, e altre complesse opere lignee come ponti, macchine d'assedio e da guerra, accampamenti fortificati. Però, presi da soli, i questi guerrieri non sono il meglio che si può trovare; ma nella Legione, sono pressoché imbattibili; questi guerrieri infatti danno il meglio quando accorpati a gruppi di Legionarii oppure accompagnati da persone di cui si fidano ciecamente e con cui si allenano strenuamente per migliorare le abilità reciproche di coordinazione. Così la legione divenne una macchina da guerra, nel suo tempo, pressoché imbattibile a lungo termine. Il Legionarius tipico indossa la lorica segmentata, un'armatura di bande d'acciaio, porta sempre con sé dei giavellotti per poter attaccare il nemico a distanza e nel combattimento ravvicinato utilizza la spada corta, il Gladius, e lo scudo a torre, lo Scutum.

Oggetto caratteristico: Scutum

Lo Scutum è lo scudo a torre che accompagna il Legionarius per per tutta la sua carriera militare, portando i graffi e le incavature delle sue imprese; nessuno di questi soldati compie il suo dovere senza lo Scutum. È il suo strumento difensivo, e talvolta anche offensivo, caratteristico e nessuno riesce a utilizzare efficacemente uno strumento pesante e ingombrante come questo quanto loro.

Lo Scutum fornisce un bonus di +2 alla CA e il suo utilizzatore può godere di un bonus di mezza copertura; non si hanno le competenze per brandire lo Scutum se non specificato.

Manipulus

Il legionario combatte solo con persone di cui riesce a fidarsi e con cui riesce a costruire un'intesa tale da riuscire a eseguire le sue tattiche con perfetta coordinazione tra i manipolari.

Al 3° livello il legionario può indicare alcuni membri (minimo 1) in numero massimo pari al suo odificatore di carisma come "manipolari", cioè i compagni di manipolo. Farlo richiede di passare quattro ore di tempo addestrandosi con loro. Per cambiare uno o più membri del suo manipolo un legionario deve spendere quattro ore di tempo per addestrarsi con le nuove reclute e poi decidere con quali degli altri membri sostituirle. L'addestramento manipolare può essere svolto solo una volta ogni riposo lungo.

(Alternativa realistica ma non player-frendly: allenamento ogni giorno di un'ora)

Flessibilità Tattica. Al 3° livello il Legionarius può aiutare uno dei suoi manipolari in combattimento con un'azione bonus. Può usare questa abilità per un numero di volte pari al suo modificatore di carisma e deve effettuare un riposo lungo per riottenerle.

Exercitatio

Il Legionarius deve condurre un addestramento che può durare fino a 10 anni. Qui apprende le basi del suo stile di combattimento e come declinarle in battaglia.

Addestramento Difensivo. Al 3° livello il legionario ottiene la competenza per usare lo Scutum.

Azioni Legionarie. Inoltre, sempre a partire dal 3° livello il Legionarius può compiere come azione bonus un'azione legionaria; il Legionarius può effettuare 1 azioni legionarie e quando le termina deve compiere almeno un riposo breve per ripristinarle. Al 7° livello il numero di azioni legionarie possibili diventa 2 e al 10° diventa 3.

  • Lancio del Pilum. Il Legionarius può effettuare un attacco a distanza con un giavellotto, una lancia o un tridente.
  • Colpo di Scudo. Il Legionarius ha la possibilità di sbilanciare o spingere con lo Scutum.
  • Posizione Difensiva. Il Legionarius può mettersi in schivata fino al suo prossimo turno.
  • Ultimo Uomo. Il Legionarius guadagna all'inizio del suo turno un numero di punti ferita temporanei pari al suo modificatore di carisma, egli continua a guadagnare questi punti temporanei per un numero di turni pari al modificatore di costituzione.

Ingegnum

Le legioni sono in grado di costruire in tempi brevissimi infrastrutture molto efficaci: strade, ponti, fortezze, macchine d'assedio, valli. Queste opere stupiscono e intimoriscono le popolazioni meno civilizzate, inoltre permettono ai legionari di costruire sufficienti infrastrutture per le colonizzazioni future.

A partire dal 3° livello il Legionarius ottiene la competenza con gli strumenti da Costruttore e con gli strumenti da Falegname. A partire dal 10° livello, il Legionarius e i suoi manipolari condividono le competenze degli strumenti da Artigiano quando cooperano per fabbricare un oggetto.

In particolare il Legionarius ha lo sconto del 25% sul prezzo delle macchine o opere d'assedio.

Castrum

Durante le campagne militari, le legioni creavano spesso accampamenti, erano difesi e organizzati a tal punto che divennero il punto di partenza per la fondazione di numerose grandi città.

A partire dal 7° livello il Legionarius è in grado di impostare un accampamento basilare in 15 minuti con forma quadrata di lato 12 m con al centro il focolare; finché dentro l'area del suo accampamento lui e i manipolari non posso essere colti di sorpresa. A partire dal 15° livello il lato di controllo si estende a 24 m. Inoltre a livello 10° il Legionarius ottiene vantaggio quando effettua un tiro per colpire con una delle macchine d'assedio elencate nell'abilità Ingegnum, quando questa si trova all'interno del Castrum. Legionarius può spendere un ora del suo tempo per rinforzare il suo Castrum costruendo una palizzata oppure un fossato.

Il Legionarius ha lo sconto del 25% sul prezzo delle macchine o opere o strumenti di fortificazione.

Decanus

La disciplina, per quanto inoculata in qualsiasi ottimo soldato, è solamente lo strumento dei comandanti per muovere le pedine esattamente come vogliono loro. Il Legionarius non è più solo un soldato, è il comandante del suo manipolo e le sue abilità di comando gli permettono di coordinare i suoi manipolari in modo che siano più efficaci in combattimento.

Tattiche Manipolari. Al 10° livello un Legionarius può espendere un'azione bonus per conferire ai suoi manipolari un bonus dovuto alle tattiche manipolari. Per riutilizzare quest'abilità il Legionarius deve effettuare almeno un riposo breve.

  • Fuoco di Sbarramento. I manipolari ottengono fino al prossimo turno del Legionarius l'abilità di lanciare come reazione un giavellotto, una lancia oppure un tridente.
  • Opportunità Offensiva. Quando il Legionarius sbilancia un suo avversario, i suoi manipolari possono usare un reazione per infliggergli un attacco in mischia.
  • Difesa Assistita. I manipolari del Legionarius possono usare una reazione per essere considerati in Schivata fino al suo prossimo turno.
  • Ultima Resistenza. I manipolari guadagnano all'inizio del turno unnumero di punti ferita temporanei pari a 1d6 + [Carisma del Legionarius], essi continuano a guadagnare questi punti temporanei per un numero di turni pari al modificatore di Costituzione del Legionarius.

Impetus

Il Legionarius e i suoi manipolari ottengono un grado di coordinazione tale da potere attaccare efficacemente il nemico senza comunicare.

A partire dal 15° livello, se nel raggio di 1,5 m dalla posizione del legionario v'è un manipolare, il legionario ha vantaggio sul tiro per colpire contro l'avversario, se questo può effettuare un attacco in mischia. Inoltre fino al turno successivo del legionario i suoi manipolari hanno vantaggio al tiro per colpire contro un qualsiasi nemico a portata.

Testudo

Il Legionarius è in grado di sfruttare la disciplina e la coordinazione dei suoi manipolari per entrare nella formazione difensiva caratteristica della legione: la Testudo, lenta ma solida come la roccia.

Al 18° livello un Legionarius può ordinare ai manipolari di istituire una Testudo spendendo un'azione bonus durante il suo turno; gli effetti della formazione Testudo durano per un minuto di tempo; l'abilità è utilizzabile due volte e gli utilizzi spesi vengono recuperati dopo un riposo lungo o breve. Per essere in formazione Testudo il Legionarius e i suoi manipolari (minimo 1) devono trovarsi entro 1,5 m gli uni dagli altri; in formazione Testudo brandire uno Scutum fornisce copertura tre quarti, mentre brandire uno scudo classico fornisce mezza copertura. Se la formazione Testudo è composta solo da Legionarii allora la copertura è totale.