Home rules: quali usate?

Come ogni master sa, il manuale può essere, se seguito in maniera pedissequa, un po' fastidioso nella conduzione del gioco e portare a pasticci non voluti, qualche volta.

Quindi, giocatori e master, quali sono le home rules che preferite, che adottate o addirittura adorate?


Ve ne sono, invece, di home rules che non tollerate? O non sopportate?

initiative1-740x360.jpg

assolutamente non sopporto il fallimento e il successo critico nelle prove di abilita. Generalmente ignoro i limiti di peso finche l'equipaggiamento rimane sensato. Al momento non me ne vengono in mente altre...forse diplomazia...che comunque è broken da manuale..quella diciamo la uso più a spanne.

Io tengo i critici nei tiri d'abilità. Ritengo giusto che una persona scarsa abbia l'opportunità di avere il suo momento di gloria e anche che un pg potentissimo in acrobazia scivoli male a causa di un imprevisto di percorso, ovviamente c'è la riconferma dei tiri per evitare che sia una cosa troppo assoluta.

Una regola di casa che mi piace per come è pensate ma è impraticabile dal punto di vista dei tiri è vedere la CA come un dado. Invece di pensare 10 + Bonus, si può vedere il 10 come la media di tutti gli 1d20 che puoi tirare. Mi piace utilizzarla quando pg lottano tra loro per aggiungere una variabile al combattimento.

Le regole che trovo più strane secondo me sono quelle che sono spiegate un po' male e su cui si sarebbero dovuti dilungare di più, come raccogliere informazioni o quelle un po' troppo meccaniche tipo diplomazia.

Io faccio fare il tiro salvezza sulla tempra in caso di danno massivo, ma piuttosto che la morte faccio "svenire" il personaggio in questione che va istantaneamente a -5PF ed è ferito gravemente (condizioni instabili). I pg con "duro a morire" li lascio incapacitati e inermi, ma coscienti e stabili.

Inoltre in caso di danni massivi o critici particolarmente vistosi sono solito applicare mutilazioni e smembramenti alla "vittima".


Indimenticabile quella volta in cui la barda del gruppo infilando la testa in un buco si becca un critico da un babau, rimettendoci mezza faccia ed un occhio.

Io tengo il successo critico e il fallimento anche per le abilità (chiesto ai player, nessun problema), poi adotto una regola un po' strana, ovvero il passo da 1 metro e mezzo è un'azione completa, a meno di volersi prendere l'attacco di opportunità (nelle regole ufficiali il passo da 1 metro e mezzo non provoca attacco di opportunità se esci dall'area di minaccia di un nemico).

la trovo veramente penalizzante come regola, considerando che nelle regole è una azione gratuita che ti impedisce di effettuare qualsiasi altro tipo di movimento prima o dopo averla usata...poi come azione di round compelto esiste già la ritirata completa. Non la trovo una houserule molto bilanciata sinceramente a questo punto tanto vale bloccarlo direttamente.

Non credo sia esattamente una home rule, ma in ogni caso...

Se un PG descrive, bene, una propria azione, ed è giusta, gli concedo il Successo Automatico.




Esempio:


Il PG deve trovare una preziosa pergamena nella camera di un ricco lord. La stanza è descritta come: Lussuosa, con grandi quadri alle pareti, un letto a baldacchino e una scrivania in stile rococo.




PG 1: Entro nella stanza e cerco in giro.


PG 2: Entro con cautela nella stanza, mi guardo attorno, la pergamena è preziosa quindi la terrà al sicuro, la descrizione non parla di casseforti, quindi controllo dietro ai quadri per vedere se c'è ne una nascosta.

Master: PG1 tira per cercare... PG 2, dietro uno dei quadri trovi effettivamente una cassaforte, la pergamena potrebbe trovarsi al suo interno.