La citta' degli Enderman

La spedizione di Alfred Feralway aveva avuto successo. Il giovane arowiniano, Ragar e Giovero avevano raggiunto le mitiche terre di Confine, Birdurmain.

Lo spettacolo che si presentava davanti agli occhi degli esploratori era meraviglioso. Lande completamente ghiacciate a perdita d'occhio, selvagge e incontaminate.

Era stato un lungo e faticoso viaggio ed erano stremati e intirizziti, tuttavia continuarono a camminare nella tormenta di neve alla ricerca di un riparo per la notte.

Lo trovarono in una buia caverna che si affacciava su un lago dall'acqua un tempo forse cristallina e piena di pesci, ma ormai congelata e senza segni di vita.

Alfred subito prese dalla sacca una torcia, ma quando sembrava che stesse per accendersi, il vento artico la spense. I tre ritentarono, ma invano. Tutta la carne cruda che si erano portati dietro era immangiabile e insana senza un fuoco con cui cuocerla e il pane era finito durante il viaggio.

I tre avventurieri si addormentarono con lo stomaco vuoto raggomitolandosi in coperte di lana.

Il mattino dopo, con la luce del sole, si accorsero che la caverna nella quale avevano trovato rifugio si addentrava nelle profondita' della montagna. Curiosi, Alfred, Giovero e Ragar seguirono l'oscuro e pericoloso passaggio, gli zombie e i creeper non davano tregua e il percorso era disseminato da antichi marchingegni. Ciò tuttavia motivò i giovani a continuare, cosa ci facevano segni di civilta' in un luogo desolato come quello?

Dopo tre lunghe ore videro una luce, non quella del sole, ma quella di tante fiamme. Essi corsero incontro alla luce, sperando di incontrare qualche anima amica, ma lo spettacolo che si ritrovarono davanti fu impressionante. Alti e stretti di ossidiana si ergevano fino al soffitto della caverna e sopra di esse erano alimentati grandi bracieri. Purtroppo non si trattavano di abitazioni di umani.

Non appena Ragar si avvicinò all'uscio di una casa, comparve un enderman e ad esso ne seguirono un'altra ventina, che circondarono i tre avventurieri che non sapevano come fare a scappare. Sapevano infatti che non bisogna mai guardare un UomoEnder negli occhi, altrimenti ciò significherebbe morte cert?.

Giovero cerco disperatamente nella sua grande sacca ed esultando portò alla luce tre grandi zucche.

Non esitarono a metterci la testa dentro, forse in questo modo avrebbero evitato gli sguardi maledetti delle creature nere.

Il piano funzionò e come si allontanarono, non appena tolsero le zucche videro centinaia di giacimenti di glowstone ai lati della caverna. Mentre razziavano la polvere luminescente, all'improvviso Alfred rinvenì una cassa nascosta.

Non conteneva cibo, nemmeno legna, spade o armature, ma un polvero libro sul quale era scritto qualcosa.

" Diario del Console...."

Giorno 1, sono orgoglioso di far parte di questo -parte rovinata dal tempo-, gli scavi della reliquia stanno procedendo ottimamente, il potere supernico..........riversato......il catalizzatore può contenere la fonte di energia.....sara' un lavoro facile facile.....otterremo un immenso dono.....benedetti.....

Giorno 2

Il saggio Kaster.... ci ha dissuaso....gli uomini vogliono continuare e così anch'io.

I ..... del superno......saranno miei e domineremo Birdurmain.

Le trivelle ogni giorno di più si avvicinano al cuore.... questa è la scoperta del millenio!

Giorno 3

La gente.....dicono che il bestiame....o svanisce in una nube oscura.....bazzecole... di certo non è...... un qualche virus sperimentale degli......di sicuro. Se ne pentiranno presto.

Anche i cittadini iniziano........dolori.....sogni strani e spaventosi.....ma siamo così vicini.

Giorno 4

È fatta! ......è tornato alla luce il....del defunto........

Dicevano che fosse profano.....balle!

Io, cancelliere........entrerò in contatto con esso e ne preleverò......

Emanava un'energia così forte! Tuttavia non era rinvigorente ma sembra corrodere l'animo!

Mi chiamano..... operai stanno......macchie nere sul petto....occhi viola spettrali.....fuggire da questo luogo.

L'oscurita' mi sta divorando, il gelo... guardo allo specchio e non vedo più la mia faccia color carne ma quella di un estraneo tenebroso che mi fissa minacciosamente, che allunga la sua mano verso di me e."

*Il diario si interrompe bruscamente"

I tre esploratori rimasero particolarmente colpiti dal contenuto del volume.

Tornarono prontamente in superficie dopo aver fatto incetta di altri tesori.

Era notte, il cibo mancava e un gruppo di bestie feroci iniziava a radunarsi davanti all'entrata della caverna.

La morte ormai non sembrava tanto lontana, e i tre sguainarono le affilate spade.

I mostri stavano pregustando la carne degli avventurieri quando un portale verso Ethereal si aprì all'improvviso e una voce si sentì chiaramente: "I superni non abbandonano i devoti".

Alfred rispose: "E nemmeno Jeneikù.

OFF: scusatemi se ho fatto qualche errore ma ho scritto tutto con iPod e l'accento della "a" non funziona :asd: inoltre non conosco i nomi gdr di Giovero e Raggar.

In futuro potrei parlare ancora delle civilta' scomparse di Birdurmain :)

Grazie a Kata per averci dato la possibilita di esplorare questa meravigliosa mappa :-)

bello =)

bello =)

Un pò troppo lungo e descrizioni troppo dettagliate, posso migliorare :)

Il libro l'ho portato via. ora è al sicuro.