Nell'Ovpindaar - La magnanimità sopra uno sporco inganno

Tornare al passato eh? Non era quello che volevo sentirmi dire.
Quel pomeriggio il sole non voleva tramontare e sembrava anche dargli ragione, forse ci stavamo sbagliando ma Carlow non ne voleva sapere. Ogni volta che qualcuno gli spiegava qualcosa finiva sempre male, stentavo quasi a crederci fino al giorno in cui persino l’ingegnere capo Vespelius perse le speranze in lui.

Decisi di darci un taglio. Amythys aveva le idee chiare nei suoi confronti, ma lui era più furbo di tutti noi apparentemente. E’ bastata una notte per fregarci tutti, scassinare le casse delle nostre dispense, delle nostre armerie non fu così difficile per lui. Cassatt veniva dal Piano del Drago Nascente, non era uno sciocco e certe cose le ha imparate strada facendo.

Il mattino successivo, le nostre dispense erano vuote, completamente. L’unica cosa rimasta fu un biglietto con un sigillo, quello di Amythys. Ancora ricordo il contenuto di quel messaggio:

“Caro Dan, scrivo a te perché eri la persona alla quale volevo più bene a Gran Castello, non che Esortus fosse da meno, ma tu eri il più disponibile dei tre. […]” - “[…]Ho preso una decisione, andarmene lontano da persone come voi, se non sono il benvenuto nella città dove speravo di ottenere un riparo, dove potevo vivere in pace la mia vita, allora preferisco marcire tra selvaggina e acqua dolce. La vecchia guardia del Dovagol aveva ragione! […]” - Con molta rabbia le ultime parole del contenuto furono le più severe per me - *“Mi spiace per ciò che ho fatto ma era necessario, spero di rincontrarti, ora so come ti sentivi tu ma non intendo imitarti ulteriormente. Firmato, Carlow Cassatt.”.

Non capivo più cosa fosse l’amicizia a quel punto. Passai diversi giorni da solo, lavorando per conto mio alla forgia in modo da poter recuperare ciò che ci venne ingiustamente, o giustamente, rubato.
La mia solitudine venne interrotta da un messaggero diretto da Neapovil, il quale, molto affannato, dopo essersi ricomposto si mise sull’attenti e disse: “Signor Greysnow, membro dei tre re di Amythys, sua altezza, Re di Neapovil vuole visitare il suo castello e…” - Tutto sudato e con il martello alla mano in quel momento pensai ad un dono in denaro, cosa inimmaginabile come questo messaggero - “offrire la sua magnanimità a voi gente di Amythys, restituendo tutto quello che il vostro ex cittadino vi ha tolto in zenar!”

Fermai l’individuo, mi avvicinai a lui prendendolo per la gola, sussurrandogli: “Non sono in vena di scherzi se vuoi andartene senza farti del male ti lascio questa opzione, altrimenti sai cosa farò” - Il messaggero smise di parlare solo per pochi secondi, quando riattaccò: “Sono veritiero, mi creda! Il grandissimo e onnipotente re di Neapovil ha rintracciato il malvivente e l’ha sistemato a dovere! - “Cosa?! Gli ha fatto del male?” - “No, anzi! Il farabutto ci ha consegnato il tutto in cambio di qualche terreno da noi conquistato” - “Va bene, comunica al tuo re che è il benvenuto ad Amythys e soprattutto a Gran Castello, cercheremo di accogliere voi ed il vostro sovrano nel migliore dei modi.”.

Feci scortare il messaggero ormai soddisfatto, prima di andarsene mi gridò: “Lunga vita al re di Neapovil!” - Quasi come se volesse un contentino, risposi: “E sia, lunga vita a lui” - Non potevo essere entusiasta di dire una simile frase nel mio regno ma è anche vero che devo un favore a questo re.

Accettai la richiesta del re di Neapovil, volevo parlare con lui e soprattutto capire quali fossero le sue intenzioni, per come me l’hanno descritto è un tipo che vuole bene ai suoi ma molto punitivo verso chi si mette contro di lui o ciò che gli sta caro.
Avrò modo di ringraziarlo a dovere quando arriverà qui a Gran Castello. Spero di esser dell’umore adatto, pensando a ciò che ha fatto Carlow, la storia dev’esser stata sicuramente manipolata, non credo sia andata così e non credo che mai saprò qualcosa di concreto.
L’unica cosa che so è sperare che quell’uomo stia bene.

6 Likes
GDR OFF

La storia avviene, cronologicamente parlando, prima del racconto “Tra birra e sangue”.

1 Like

Evviva il Re! Evviva!

2 Likes

Evviva il Reeeeee

2 Likes