Old World Blues - Un "Cosa state ascoltando" per nostalgici

Old World Blues è un DLC per Fallout New Vegas, lo so, ma c'è molto altro dietro: per me è stato un leggermi attraverso un messaggio che voleva mandare un videogioco.

Sono sicuro che, nel mondo, siamo moltissimi che aneliamo un passato che ormai sta scappando da noi ad una velocità molto maggiore del semplice computo degli anni: il "Old World Blues" è proprio questo, la "Nostalgia del vecchio mondo". 


Perchè fondamentalmente di "Vecchio mondo" si tratta: in questi anni di post-apocalittico (nei costumi e, soprattutto, nei generi musicali) coloro che, come me, ascoltano ancora musica d'altri tempi si ergono a paladini di tutto ciò che è andato, folli su ruderi di un genere che non tornerà più (chiunque adori l'Electro Swing, fuori di qui IMMEDIATAMENTE).




Musica, quella di Sinatra, di Darin, di Billy Holiday e molti, moltissimi altri che hanno fatto diventare gli anni '40, '50 e '60 degni di essere ricordati con tutte le loro contraddizioni.




Old World Blues è la discussione per chi non è interessato ai fronzoli disgustosi di un pop volgare e demagogico (sic!) ma desidera solo rilassarsi con buona musica di un'epoca andata.




E la nostalgia è ottima solo se consumata insieme, quindi tira fuori la tua e unisciti all'Old World Blues!




(Attenzione: può portare a idrofobia, prurito, secchezza delle fauci, crisi di identità, pianto scrosciante, coma, morte e alitosi - Consultare un medico prima dell'uso)

Old World Blues Radio, ora in onda per un solo radioascoltatore!

(Approfondite Max Raabe, merita)

Io studio pianoforte jazz e devo ammettere che il blues è una delle forme su cui più mi riesce difficile improvvisare, o meglio, "dire" qualcosa di significativo. Servono poche note, lo swing e l'intenzione giusta per suonare un buon blues. E, più di tutto, occorre sentirlo dentro di sé, altrimenti non viene fuori null'altro se non qualcosa di artificioso e sterile.

Dovrei approfondire questo genere per apprezzarlo, grazie per il topic :D

E qui è sempre Old World Blues Radio, e trasmettiamo per voi, anche se pochi, paladini del buon gusto!

Oggi abbiamo una richiesta particolare alla quale vogliamo rispondere. Anzi, lasciamo che sia la musica a rispondere: questo è Art Tatum, il suo pianoforte e la sua "Night and Day"

E torniamo in onda, con una domanda: siete mai stati innamorati?

Sicuramente sì, è nella natura umana, ed ogni amore è diverso dagli altri, soprattutto per i suoi effetti.

Ora sedetevi, innamoratevi e godetevi l'esplosione nucleare di Nat King Cole e la sua Orange Colored Sky!

44 minuti fa, MrPotterberry dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		E torniamo in onda, con una domanda: siete mai stati innamorati?




		Sicuramente sì, è nella natura umana, ed ogni amore è diverso dagli altri, soprattutto per i suoi effetti.
	</p>

	<p>
		Ora sedetevi, innamoratevi e godetevi l'esplosione nucleare di Nat King Cole e la sua Orange Colored Sky!
	</p>

	<div class="ipsEmbeddedVideo">
		<div>
			<iframe allowfullscreen="true" frameborder="0" height="344" src="https://www.youtube.com/embed/ad6EL-qTGl8?feature=oembed" width="459"></iframe>
		</div>
	</div>

	<p>
		 
	</p>
</div>

Literally a Masterpiece. Non sai quante volte l'ho ascoltata nei viaggi all'Università :asd: Vedo se contribuire anche io, ma credo che tu abbia un sapere molto più sconfinato del mio in questo contesto.

Beh, è una cosa che si è costruita pian piano, adorando ogni singola nota di canzoni che hanno sempre un significato molto più ampio di quello delle semplici parole.

E oltre agli squilli di trombe, il caratteristico battere del contrabbasso, il pianoforte e altri suoni che fanno del genere oro puro, anche questo manca a molte canzoni moderne: le parole possono essere belle, ma terminano dove termina la canzone.


In questi brani invece i cantanti mettevano anima e tutto ciò che avevano provato e stavano provando nella loro vita: ascoltarli è come appropriarsi delle loro esperienze, del loro vissuto e incollarlo su ciò che provo io nel mio quotidiano.




Ma rimaniamo nel classico, rimaniamo in quel "crazy thing called love" e rimaniamo, sopratutto, con Nat per un'altra odissea in quel sentimento che "ogni lingua deven tremando muta".


Questa è L-O-V-E, questa è Old World Blues Radio!

PS: adoro introdurre i brani da DJ radiofonico. 

1 ora fa, MrPotterberry dice:
<div class="ipsQuote_contents ipsClearfix">
	<p>
		Beh, è una cosa che si è costruita pian piano, adorando ogni singola nota di canzoni che hanno sempre un significato molto più ampio di quello delle semplici parole.




		E oltre agli squilli di trombe, il caratteristico battere del contrabbasso, il pianoforte e altri suoni che fanno del genere oro puro, anche questo manca a molte canzoni moderne: le parole possono essere belle, ma terminano dove termina la canzone.


		In questi brani invece i cantanti mettevano anima e tutto ciò che avevano provato e stavano provando nella loro vita: ascoltarli è come appropriarsi delle loro esperienze, del loro vissuto e incollarlo su ciò che provo io nel mio quotidiano.




		Ma rimaniamo nel classico, rimaniamo in quel "crazy thing called love" e rimaniamo, sopratutto, con Nat per un'altra odissea in quel sentimento che "ogni lingua deven tremando muta".


		Questa è L-O-V-E, questa è Old World Blues Radio!


		 
	</p>

	<div class="ipsEmbeddedVideo">
		<div>
			<iframe allowfullscreen="true" frameborder="0" height="344" src="https://www.youtube.com/embed/JErVP6xLZwg?feature=oembed" width="459"></iframe>
		</div>
	</div>

	<p>
		


		PS: adoro introdurre i brani da DJ radiofonico. 
	</p>
</div>
Spoiler
<div class="ipsSpoiler_contents">
	<p>
		Stavo proprio pensando, se facessimo una Mod che aggiunge una stazione radio per Fallout 4 con te come annunciatore sarebbe uno spettacolo <img alt=":asd:" data-emoticon="true" src="<fileStore.core_Emoticons>/emoticons/default_icon_asd.gif" title=":asd:"> 
	</p>
</div>

Nell'atmosfera notturna le parole servono a ben poco, quando c'è il ritmo selvaggio della musica a rasserenare i cuori insonni: questa è Wild Ride, dei Faux Frenchmen.

E torniamo a noi... con una confessione.

Ebbene, lo ammetto: sono un romantico di natura. Proprio non posso resistere alle bellezze che ogni tanto si incontrano per la strada: il loro profumo, la loro leggiadria ma soprattutto i loro visi angelici accendono in me non solo il più roseo degli stati d'animo, ma anche la consapevolezza di non poter sfuggire al loro fascino.




Questo è il destino di noi romantici, cadere nelle spire dell'amore. Un destino che, tutto sommato, non è nemmeno il più malvoluto di quelli esistenti.




Questa è "Looka there, ain't she pretty?" di Bob Crosby, e anche voi sarete "bound to fall"!




Old World Blues Radio: siamo dinamite!.. Per i vostri cuori.

E torniamo in onda dopo qualche giorno: come avrete sicuramente notato, sia voi che ascoltate questo genere da anni, sia voi che siete alle prime armi, la tematica fondamentale e centrale di questo genere è l'amore.

Raramente le canzoni, infatti, parlano di argomenti diversi, anche se è da segnalare, ed è già stata inserita in una futura programmazione, il tema della corsa all'Uranio.




Una contrapposizione, direte voi, abbastanza netta, quella tra amore e Uranio, che però tende ad chiudere la forbice quando si parla di quegli amori velenosi che ci bruciano dall'interno, lasciandoci inermi e sopraffatti dalla loro forza, ahinoi, distruttrice.


Non è questo il caso, a meno che non considerate quegli occhi che tanto vi fanno sospirare una trappola. Ma, in fondo, è una dolce trappola.

Questo è Frank Sinatra con "Love is - The Tender Trap"

E rieccoci tornati, sempre qui, sempre su Old World Blues Radio e oggi vi voglio proporre una chicca di imperdibile qualità: già trovarla è stata per me un'impresa più unica che rara, essendo stata smarrita tra gli anfratti più oscuri del tubo (e non capisco assolutamente la motivazione).

Allora rilassatevi, guardate la persona che amate e lasciate che la primavera faccia il suo corso: questo è Terry Day e "Non è un'adorabile giornata?".




You make it such a lovely day, e io vi amo tutti!

Torniamo con la lancia in resta nel vivo dell'azione! Qui è Old World Blues Radio e sono sempre io, il vostro DJ preferito! O almeno si spera..

Siamo stati da alcune settimane congelati nell'ala più romantica della musica: amore, sentimenti, e tutte quelle cose che un uomo con i baffi e un cappello da cowboy frequenta solo in caso di malaria. 


Cambiamo quindi argomento, finalmente, e buttiamoci a capofitto nello splendore caldo delle radiazioni!


Questo è Atomic Cocktail, e sono sicuro che, una volta assaggiato, non potrete più farne a meno!

Ci siamo appena scaldati, amici miei! Torniamo in ambito radiattivo con una nuova perla del periodo nel quale l'isteria per l'atomo bruciava gli animi artistici.

Questa è Uranium Rock, e non provate a scindere Warren Smith!