Oltre Spes..... i nostri occhi meritano altri orizzonti

Off

Spoiler
<div class="ipsSpoiler_contents">
	<p>
		<span style="font-size:14px;"><span style="font-family:Arial, Helvetica, sans-serif;"><span style="font-weight:400;font-style:normal;font-variant:normal;text-decoration:none;vertical-align:baseline;">Kain è il figlio 20enne di Mosul Rinnalfu, profugo di </span>Arkhantius, <span style="font-weight:400;font-style:normal;font-variant:normal;text-decoration:none;vertical-align:baseline;">caduto nella Battaglia della Valle;</span></span></span>
	</p>

	<p>
		<span style="font-size:14px;"><span style="font-family:Arial, Helvetica, sans-serif;"><span style="font-weight:400;font-style:normal;font-variant:normal;text-decoration:none;vertical-align:baseline;">Garul è il figlio diciassettenne di Jostur Digres, rispettato eroe tra i vincitori della battaglia della Valle. Discendente di una delle più antiche famiglie Skerake</span></span></span>
	</p>
</div>

2° Kasbis di Venes 2917 d.F.

Colli di Spes al tramonto

Il giovane, con i capelli scomposti dal vento di mare, fissava l’orizzonte come di fronte all’infinito, assorto.

Alle sue spalle Jostur lo raggiunse e guardandolo negli occhi disse con voce grave :

“Si, è qui! …….è proprio questo il luogo Kain, il luogo dove tuo padre è caduto!......”

dopo una lunga pausa riprese con amarezza

“....... e non è stato il solo sai, ….. a migliaia quella notte, giovani e vecchi, hanno dato la vita per la nostra libertà, …… la loro vita in cambio della possibilità di vivere un nuovo futuro a tutti coloro che erano riusciti ad attraversare il portale.”

Kain lo guardò, nei suoi occhi balenò per un istante come una luce, un riflesso di stella, poi si scosse, deglutì, e gridò verso valle: “Garul, forza! quanto ci metti a salire….. “

Garul , era 20 metri più in basso e guardava la città inquieto, poi voltandosi disse:

“Avete visto, costruiscono ancora, …… oltre il fiume da qui non si vede più il mare.”

“Hai proprio ragione figlio mio” intervenne Jostur avvicinandosi,

“Questi stolti hanno deciso che di un intero piano, quel che resta dell’intera popolazione di Eseldur debba abitare solo questa misera valle intrisa di sangue”

I tre guardarono a lungo la valle distesa verso il mare. Le costruzioni e i cantieri, si rincorrevano. Sì, si rincorrevano inquieti, come a voler scavalcare l’un l’altro, un mare tumultuoso di travi e di pietre, di povera catapecchie e ricche dimore. Un mare denso e rabbioso, un mare che annuncia tempesta.

“Per Draith!....” urlò Jostur

“No!.....non è per questo che ho combattuto,...... non è per questo che i migliori tra miei amici hanno dato la vita!.......”

“Vogliono costruire la loro fortuna sulla pelle dei morti e dei vivi, …. speculatori bastardi!”

“.....vorrebbero chiuderci fra questi monti, in questa misera valle…. ma Kalardur è immenso, e i nostri occhi meritano altri orizzonti.”

6° Darbis di Varpu 2917 d.F.

Studio privato del prof. Caprius - Casa della Scienza dopo cena

“Caprius, vecchio amico mio, grazie, grazie ancora…. noi non avrem…..”

Il professore lo interruppe con uno sguardo severo, quasi di rimprovero.

“Non dire sciocchezze, Jostur non mi dovete nulla, sono io che faccio un affare. …. Per di più senza muovere un passo, con la mia artrite che a malapena mi permette di andare da casa al laboratorio, un'occasione come questa non potevo certo perderla.”

Poi sorridendo aggiunse “Quindi basta sciocchezze! Ora brindiamo al successo della Nostra impresa Jostur,“

Si alzò dalla poltrona e levato solennemente il calice in cristallo ambrato con la destra, guardando negli occhi tutti i presenti, declamò:

Brindo alla sete di conoscenza,

Brindo alla forza della scienza;

Brindo al successo di venti arditi,

Brindo alla scoperta di ignoti siti.

Brindo al seme della speranza,

Brindo alla sconfitta dell’ignoranza.

Brindo all'arcano fascino di ingnoti Riti.

Brindo al coprir ogni distanza”

Il mattino successivo all’alba da Spes partiva la prima spedizione della “Compagnia di Esplorazione Geografica”

Spoiler
<div class="ipsSpoiler_contents">
	<p>
		Scrivere in nero su fondo grigio dovrebbe essere reato in molti Stati.




		Ti consiglio, anche per facilitare la lettura e l'apprezzamento del tuo gdr, di cambiare il colore e massificarti agli altri.
	</p>
</div>

10 ore fa, MrPotterberry dice:
<div class="ipsQuote_contents">
	<div class="ipsSpoiler" data-ipsspoiler="">
		<div class="ipsSpoiler_header">
			<a href="#" rel=""> </a> <span>Mostra contenuto nascosto</span>
		</div>

		<div class="ipsSpoiler_contents">
			<p>
				Scrivere in nero su fondo grigio dovrebbe essere reato in molti Stati.




				Ti consiglio, anche per facilitare la lettura e l'apprezzamento del tuo gdr, di cambiare il colore e massificarti agli altri.
			</p>
		</div>
	</div>

	<p>
		 
	</p>
</div>
Spoiler
<div class="ipsSpoiler_contents">
	<p>
		Grazie, è stato un refuso, e usando il tema default non l'ho notato provvedo subito.
	</p>
</div>

Ottimo lavoro, inserirete tutto nella wiki? Potreste considerarlo come un'opera letteraria.