Progetto Urbe Consules

Progetto senza titolo (2)

Nome Città: Urbe Consules

Motto:Simul stabunt vel simul cadent” (insieme staranno oppure insieme cadranno)

Forma di Governo: Repubblica con Costituzione mista di Democrazia

Gestione del Potere: Triumvirato

Stile costruzioni: Barocco

Bandiera: Viola e nera, a due bande verticali di eguali dimensioni con un aquila dorata al centro.

Costituzione:

I – La sovranità è per diritto eterno nel popolo.

II – Tre sono i consoli. Vengono nominati dall’intera popolazione a maggioranza di due terzi di suffragi.

III – L’ufficio dei consoli dura fino al loro decesso. In caso di morte di uno dei tre il popolo sovrano sarà chiamato a votare per eleggere un suo successore.

IV – Ognuno dei membri del Consolato assume la guida di uno dei seguenti Ministeri:

  1. degli affari interni; di agricoltura, commercio, industria e lavori pubblici;

  2. degli affari esteri; delle finanze;

  3. di guerra e marina; di grazia e giustizia;

V – Qualunque riforma di costituzione può essere solo domandata con l’approvazione di 2/3 dell’ufficio dei Consoli.

VI – La Repubblica riconosce i diritti inviolabili dei suoi cittadini e tutela la manifestazione del pensiero ma ne punisce l’abuso senza alcuna censura preventiva.

VII – La Repubblica riconosce la proprietà privata, nessuno può essere astretto a perdere la proprietà delle cose, se non in causa pubblica.

VIII – La giustizia è amministrata in nome del popolo dal Console di guerra e marina e di grazia e giustizia che tramite i pubblici processi giudica i cittadini in stato di accusa.

IX – I tributi non possono essere imposti se non per legge, ogni cittadino è chiamato ad adempiere in maniera proporzionale in base ai propri possedimenti. La promulgazione di leggi tributarie è competenza dell’ufficio Consolare degli affari esteri; delle finanze. In mancato versamento dei tributi è punita a norma di legge.

Comma 1. I proprietarî terrieri hanno inoltre l’obbligo di dare alloggio a proprie spese ai soldati e ai funzionari pubblici.

Comma 2. L’esenzione dal pagamento dei tributi è prevista per le persone più vicine al potere politico.

X – L’esercito si forma per arruolamento volontario, in caso di guerra ogni cittadino dovrà obbligatoriamente prenderne parte. A coordinare le operazioni militari vi è un generale nominato dal Console di guerra e marina; di grazia e giustizia.

XI – La Repubblica ripudia la guerra come di risoluzione delle controversie ma consente le limitazioni di sovranità necessarie al fine di garantire la pace e la giustizia fra le Nazioni. La Repubblica favorisce inoltre gli accordi tra Stati, sia di natura commerciale che militare. Ogni operazione diplomatica è di competenze dell’ufficio Consolare degli affari esteri; delle finanze;

XII – Dalla credenza religiosa non dipende l’esercizio dei diritti civili e politici.

Leggi:

L’intero Iter Legis è nelle mani dei Consoli i quali, dopo averle promulgate, danno l’ordine ai loro gabinetti di renderle note ai cittadini tramite l’affissione sulla bacheca ufficiale di un breve comunicato.

Lex 01: Esclusione permanente dalla carica pubblica ricoperta in caso di corruzione.

Lex 02: Introduzione del voto segreto per l’elezione dei Consoli.

Lex 03: Legalizzazione dei matrimoni tra membri di Repubbliche differenti (purché alleate).

Lex 04: Introduzione di una tassa proporzionale sui lotti posseduti.

Lex 05: Abolizione della schiavitù.

Lex 06: Sanzioni per coloro che frodano minori di 16 anni.

Lex 07: Possibilità di appellarsi ad una sentenza di esilio al Consiglio dei Consoli.

Lex 08: Legalizzazione dei matrimoni omosessuali.

Lex 09: Nomina di Gandoom Oru (@bertex) a Generale dell’Esercito

Lex 10: Cittadinanza onoraria a tutti i membri delle città alleate

Consoli:

Bacheca Comunale: Edizione Straordinaria

Urbe Consules - Anno 80, Giorno 22
“La sovranità è per diritto eterno nel popolo”

Visti i risultati elettorali ottenuti, come previsto dall’articolo II della Costituzione Repubblicana, vengono nominati Consoli a vita:

  1. Ferruccio Marri (lobuasso)

degli affari esteri; delle finanze;

  1. Brakko Baldo I ( xXBrakko99Xx)

degli affari interni; di agricoltura, commercio, industria e lavori pubblici;

  1. Niriawulf Haze (javadeveloperz)

di guerra e marina; di grazia e giustizia;

Cosa è successo: (Dal punto di vista dei tre consoli dopo un lungo periodo di lungo autoesilio)

Erano passati molti anni dalla battaglia dei Draghi, la nostra città ne uscì vincente ma a quale costo? In quella battaglia perdemmo molti dei nostri uomini. I nostri Consoli erano per noi degli eroi ma il nostro popolo era stanco di morire. Così quando non fù più richiesto il nostro contributo nell’esercito di Urbe Consules io, Ferruccio Marri, un soldato pluridecorato, assieme agli altri miei due commilitoni Brakko Baldo e Niriawulf Haze decidemmo di autoesliarci in una campagna a molti miglia dalla nostra città. Avevamo perso tutti i nostri cari e non avevamo più nulla da poter dare al nostro popolo.

L’anno scorso decidemmo di sospendere il nostro esilio ed avventuraci in un viaggio lungo tutto il continente. CI accompagnò in questo viaggio siderale la mia amica dagli occhi azzurri e la pelle chiara, originaria della città di Astrea. Il suo nome era Anita.

“Anita, mi piacerebbe visitare la mia città, è da molti anni che non torno" è stata la mia prima richiesta, lei mi ha guardato con i suoi due grandi occhi e ha risposto così: “Sei fortunato, esiste ancora!”

“Come esiste ancora? Perché ha rischiato di scomparire?” ho chiesto sbalordito.

“Uff! Non hai idea di quante volte negli ultimi decenni avete rischiato di distruggerla con le vostre stupide guerre e la vostra mania di fare soldi a ogni costo”

In città fummo accolti come degli eroi, ai bambini avevano parlato di noi come dei coraggiosi soldati che avevano salvato la città. Effettivamente fu quello che facemmo ma non ci saremmo mai aspettati un simile trattamento. Era passato un decennio e le cose erano cambiate. I nostri Consoli erano ormai molto anziani e qualcuno avrebbe dovuto prendere i loro posto.

È così che inizia la nostra storia…

testo di lobuasso
PS: saremmo circa una 30ina di persone (domani pubblico la lista) ma chiunque è il benvenuto sia in singolo che in gruppo. Aggiungo infine che ambiamo ad un GDR prevalentemente pacifico e pro alleanze.

14 Mi Piace

Purtroppo, essendo un utente nuovo, posso aggiungere massimo un’immagine per post. Questa è un’idea di build per la nostra città. città

4 Mi Piace

Dateci il benvenuto :+1:t2::purple_heart::black_heart::purple_heart::black_heart:

2 Mi Piace

Omg Bellissimo!! Complimenti :purple_heart: :black_heart: :purple_heart: :black_heart: :purple_heart: :black_heart:

2 Mi Piace

Bellissimo, complimenti al pres :purple_heart: :black_heart: :purple_heart: :black_heart: :purple_heart: :black_heart:

2 Mi Piace

GL HF! :blue_heart: ah e benvenuti :smiley:

2 Mi Piace

Leggendo il nome per un attimo ho pensato ad un’architettura classica, ma mi complimento lo stesso per lo stile scelto, non sarà affatto facile, dateci dentro !

3 Mi Piace

:purple_heart: :black_heart: :purple_heart: :black_heart: :purple_heart: :black_heart:

2 Mi Piace

Lo stile sembra molto carino, sono molto curioso poi di vedere la città e capire come sarà organizzata politicamente/giuridicamente, quindi buona fortuna!

2 Mi Piace

:purple_heart: :black_heart: :purple_heart: :black_heart: :purple_heart: :black_heart:

2 Mi Piace

Aderisco :mechanical_arm:

1 Mi Piace

Davvero un bel progetto👍

3 Mi Piace

Aderisco :muscle:t2:

2 Mi Piace

:purple_heart: :black_heart: :purple_heart: :black_heart: :purple_heart: :black_heart:

2 Mi Piace

Ragazzi mi dovete perdonare, ma non ho ben capito come intendete integrare il vostro GdR su Alinox.
Vi consiglio vivamente di leggere la pagina della lore e magari parlare con me (sono disponibile quando volete, basta mandare un pm).

In ogni caso la vostra idea di città va benissimo, se volete che il vostro popolo abbia una storia più indipendente dalla lore di Alinox dovreste giustificare in GdR come sono arrivati dal loro piano nativo a quello del server. Non sono permesse civiltà pre-esistenti già sul piano, e la vostra città dovrà nascere insieme a tutte le altre in una data successiva alla data di start del server.

Consiglio anche di cambiare la lingua del motto dal Latino (che per la lore del server è una lingua che non esiste) in Italiano o in Denai, che è la lingua franca nella lore ed è sostanzialmente l’equivalente del Latino nella nostra storia. Se ne avete desiderio posso aiutarvi anche con questo.

Buona fortuna e buon proseguimento, sono sempre a vostra disposizione!

3 Mi Piace