Programma politico del Partito Paradista di Simphonya

Io sottoscritto, Respore Treystem, aderente ai principi dell’ideologia paradista, ho preso la decisione di fondare, insieme ai miei fedeli amici e colleghi, il Partito Paradista di Simphonya per trasformare il nostro amato Regno in una nazione evoluta secondo i principi di libertà e tradizione.

Nel rispetto delle norme dello Statuto del Regno di Simphonya, Sua Altezza Reale il Re Fili ha preso la sua autonoma decisione di nominarmi capo del Governo.

Per la trasparenza che ci contraddistingue, rendiamo pubblico la struttura amministrativa ed il programma politico del PPS.

STRUTTURA ORGANIZZATIVA

Presidente: Deca Rochonraun
Segretario: Respore Treystem
Tesoriere: Nicolas Bestius

I vertici del partito sono eletti per mezzo di elezioni a cui possono partecipare tutti gli uomini cittadini di Simphonya tesserati al partito da almeno un anno.

PROGRAMMA POLITICO

  • Stipulazione di accordi commerciali volti al miglioramento delle relazioni economiche e all’abbattimento dei dazi doganali;
  • Abolizione dell’aborto nel rispetto dei principi naturali;
  • Creazione di un’organizzazione sovranazionale a carattere militare ;
  • Azione di impulso verso le altre città per l’instaurazione di sistemi istituzionali basati sui principi di democrazia e separazione dei poteri;
  • Creazione di istituti di garanzia della libertà di stampa e di espressione;
  • Redazione di una Costituzione del Regno;
  • Diminuzione della tassazione per i redditi superiori ai 100.000 Zenar;
  • Incentivi economici agli investitori nel settore industriale del Paese;
  • Allargamento del diritto di voto a tutti gli uomini di età superiore ai 18;
  • Creazione di uno statuto dei lavoratori per la difesa dei loro diritti;
  • Pianificazione di un centro urbano nello stile tradizionale simphoniano.
  • Adozione dei reati di apologia del modernismo , rapporti abominevoli , ripudio di genere , tradimento del marito .
  • Legalizzazione del delitto d’onore ;
  • Creazione della Banca Centrale Simphoniana .
  • Investimento nel settore militare per l’arruolamento di nuovi soldati e di draghi da destinare all’ingrandimento dell’Armata R.S.
  • Politiche di espansionismo
4 Likes
OT

In sostanza siete dei modernisti che provano a scopiazzare un po’ dalla estrema destra del secolo scorso per non farsi dare dei comunisti? Asd

1 Like
"OFF

Più che altro un Pinochet ubriaco

1 Like
OFF

Gentile Sig. Barrnet,
siamo sconvolti dalla sua interpretazione a dir poco superficiale e completamente inesatta.
Abbracciamo i principi di liberismo, capitalismo, pluralismo, separazione dei poteri, reazione, militarismo.
E soprattutto, ci identifichiamo come partito di Destra e non siamo affini a quella che lei definisce estrema destra del secolo scorso.
La sua affermazione è un paradosso: comunismo e fascismo sono due concezioni completamente opposte; come si fa ad essere una ed abbracciare principi dell’altra?

2 Likes
OT

Che è esattamente quello che sono i modernisti se Levi l’architettura sovietica ed i colbacchi. Hanno sempre avuto il libero mercato, diverse correnti in assemblea (riconducibili a veri e propri partiti di diversi allineamenti) ed in generale una linea politica tutt’altro che comunista.
Ma prima di fare un testo in gdr on che accusa i modernisti di esse comunisti hai letto cosa è il modernismo in wiki? :rofl:

P.s. ma come si mettono gli spoiler in questo forum?

2 Likes
OFF

Lo spoiler l’hai messo nel messaggio precedente, comunque devi cliccare la rotellina in alto a destra e “nascondi dettagli”.
Non abbiamo accusato nessuno di comunismo. Sei tu che stai accusando noi di essere sia fascisti che comunisti. Per evitare che la discussione sfoci in flame, ti chiedo gentilmente di evitare.

Ps.

La Monarchia tende sempre all’Alienazione. La Democrazia tende sempre al Populismo. L’Oligarchia può tendere all’uno o all’altro, potenzialmente rimanendo sospesa.
La soluzione è un governo oligarchico al limite: ovvero una serie di Oligarchie sovrapposte, la più grande delle quali è così larga da contenere la maggioranza della popolazione, selezionata solo in base a volontà e merito: la Repubblica Modernista

Già solo da questo passo si capisce la grande differenza tra il Paradismo ed il Modernismo
Noi crediamo nella democrazia loro nella oligarchia, le altre differenze sono facilmente reperibili con una lettura più attenta.

Buona Pasqua

Chiarimenti

Well, per essere precisi il Modernismo non è né totalmente oligarchico né ripudia totalmente la democrazia. Di fatto, il Modernismo è nato come sistema basato sul Partito che, al suo interno, è un sistema pienamente democratico, ma inserito in un contesto, e questo significa appunto “oligarchia sovrapposta”.

Questo sistema è in parte oligarchico, in quanto dà il potere nelle mani del Partito, ma all’interno del Partito è la democrazia che regna. E non è pienamente oligarchico in quanto, nei fatti, tutti possono fare richiesta della tessera. Perciò stiamo attenti a definire il Modernismo come sistema filo-oligarchico o anti-democratico.

Se poi volete considerarci così per ragioni GdR ok, però abbiate almeno chiaro questo punto. :hugs:

1 Like
Ot

Democrazia (dèmos - popolo, kràtos - potere) - potere esercitato dal POPOLO.
Uno stato democratico riconoscere la democrazia a tutti e non solo ad un unico partito ————> il modernismo non è democrazia poiché chi non vuole tesserarsi di fatto non ha alcun potere.

Chiarimenti 2

Usando la tua stessa sintassi argomentativa ti posso dire: “democrazia =/= repubblica modernista” e che “democrazia all’interno del Partito =/= democrazia applicata all’intero apparato statale”, ma soprattutto che “democrazia =/= modernismo =/= oligarchia” (dove =/= vuol dire “diverso da”, ovviamente).

Chi ha detto che gli schemi ideologici in real debbano essere applicati in toto anche in GdR? D’altro canto, è questo il bello del GdR :sweat_smile:

Se poi vuoi vedere una prospettiva GdR off, lì seriamente si parla di democrazia perché di fatto ogni giocatore del gruppo è tesserato (raramente abbiamo avuto cittadini giocanti non tesserati), quindi tutti decidono. Ma non penso si stia parlando di questo.

1 Like
Ot

Almeno secondo il mio modesto parere, la concezione di democrazia è universale, indipendentemente dal GDR.
E quindi, GDR ON secondo il paradismo la concezione della “democrazia” (se possiamo definirla tale) modernista non è vera democrazia e pertanto va combattuta.
Magari farai cambiare idea al PPS, ma al filosofo paradista no.

Detto questo, torno nella mia casetta di campagna a scrivere le mie teorie paradiste nella speranza che qualcuno le adotti. Buona serata alinoxiani.

  • il filosofo
1 Like