[Turno 3 - 1681 (stagione calda] Eventi

MIRRODIN

Nazione

1) Un altro mezzo anno è passato e dall'imperatore e dalla sua corte nessun segnale è trapelato. Ma sarà davvero malato, l'imperatore? O è già morto e i suoi dignitari non informano il resto dell'impero? La tensione aumenta -5 di stabilità per la nazione (quindi per tutte le regioni; da sommare al -5 precedente, quindi si arriva a -10).

2) Il servizio di spionaggio mirrodiano è ancora a pezzi (nessun servizio spionistico per questo turno)

3) La guerra civile è sempre più probabile, il popolo comincia ad impaurirsi ed alcuni stanno già scappando.

(-500 cittadini di ceto basso per ogni regione che ne ha; il costo del cambio di governo è ora un quarto per Mirrodin fino a quando l'imperatore non tornerà in salute: 250 di carta e 2500 d'oro).

4) Minas sembra essersi temporaneamente risollevata, il governo regionale è in grado di gestire autonomamente le sue risorse (Minas non è più neutrale, nessuna risorsa da questa regione viene data agli altri giocatori).

5) Dal commercio nazionale i prezzi si sono molto alzati a causa dell'inflazione galoppante:

- Pietra al posto di bagliopietra, rapporto 3:1

- Pietra al posto di redstone, rapporto 4:1

- Pietra al posto di sandstone, rapporto 3:1

- Cibo al posto di sandstone, rapporto 4:1

- Cibo al posto di carta, rapporto 5:1

- Cibo al posto di oro, rapporto 2:5

- Pietra al posto di oro, rapporto 2:10

Alyon

1) Il governo centrale è paralizzato, -50% di introiti dalle tasse.

2) Il rischio di detronizzazione è estremamente alto! (50% di possibilità che Alyon torni ad essere neutrale nel turno 4; nel caso accadesse, l'imperatore sarebbe gestito dal master e vi suggerisco caldamente di non sperare in quest'ipotesi... sarebbe davvero il caos!)

Zarìa

1) Continua il forte impulso letterario e artistico, grazie alla scoperta di una nuova corrente letteraria. Il governo cittadino dovrebbe considerare la possibilità di aprire un'università.

(per tre turni, quindi dal turno due al turno quattro, i costi per fondare un'università sono dimezzati: 100 cibo, 150 legno, 250 sandstone, 150 redstone, 150 carta, 500 d'oro. Inoltre per tutto questo periodo Zarìa guadagna +2 di stabilità ogni turno)

UNIONE

Nazione

1) La liberazione di molti schiavi nelle città unioniste è acclamata dal popolo, ma il ceto mercantile (off: il ceto medio) è in subbuglio per la notizia. (+1% introiti dalle tasse del ceto basso, -1% introiti dalle tasse del ceto medio. La stabilità rimane invariata)

3) Dalle città di Ewok, Silen, Drenan e Sendai arrivano i seguenti materiali: +120 cibo, + 60 pietra, +30 redstone, + 15 carta, + 30 suini, + 99 d'oro. I materiali e le tasse rimangono nella tesoreria nazionale (quindi al giocatore di BoPville), salvo modifiche da parte del Senato (ci siamo capiti).

4) Dato il fitto intreccio di diplomazia tra Theldora e l'Unione, l'alleanza tra le due oligarchie è più forte che mai ed entrambe le nazioni ne traggono beneficio (il costo di mantenimento dell'alleanza è dimezzato per questo turno per entrambe le nazioni).

5) Mercato nazionale:

- Pietra al posto di bagliopietra, rapporto 1:1

- Pietra al posto di redstone, rapporto 1:1

- Pietra al posto di sandstone, rapporto 1:1

- Cibo al posto di sandstone, rapporto 1:1

- Cibo al posto di carta, rapporto 1:1

- Cibo al posto di oro, rapporto 1:5

- Pietra al posto di oro, rapporto 1:8

- Cibo al posto di suini, rapporto 1:2

BoPville

1) Il teatro recentemente costruito continua a portare felicità e soddisfazione (+2 stabilità per i prossimi tre turni, quindi dal turno 2 al turno 4; +10 oro alla tesoreria di BoPville).

Ewok

1) Gli artigiani hanno presentato una lettera formale al governo regionale, per richiedere la costruzione di un veliporto. La disoccupazione aumenta tra le file dei falegnami e anche se per ora non è successo niente, la tensione può crescere da un momento all'altro.

Riluiv

1) A Riluiv la richiesta di un'università continua (per i prossimi tre turni, quindi dal turno 2 al turno 4, i costi per fondare un'università sono dimezzati: 100 cibo, 150 legno, 250 sandstone, 150 redstone, 150 carta, 500 d'oro).

DALMASCA

1) Caos!!! La ribellione continua e sta per diventare velocemente guerra civile! Aiuto, aiuto! (-10 di cibo, -15 di stabilità; sommati ai -5 dello scorso turno, si arriva a -20)

2) Diverse unità militari dalmascane decidono di scappare dall'oligarchia, verso una destinazione ignota (il ceto basso questo turno non aumenta di popolazione)

2) Mercato nazionale:

- Pietra al posto di bagliopietra, rapporto 4:1

- Pietra al posto di redstone, rapporto 4:1

- Pietra al posto di sandstone, rapporto 4:1

- Cibo al posto di sandstone, rapporto 6:1

- Cibo al posto di carta, rapporto 6:1

- Cibo al posto di oro, rapporto 1:10

- Pietra al posto di oro, rapporto 1:10

- Suini al posto di oro, rapporto 1:8

- Suini al posto di redstone, rapporto 2:1

THELDORA

1) Dato il fitto intreccio di diplomazia tra Theldora e l'Unione, l'alleanza tra le due oligarchie è più forte che mai ed entrambe le nazioni ne traggono beneficio (il costo di mantenimento dell'alleanza è dimezzato per questo turno per entrambe le nazioni).

2) Una gara con l'arco e con i coltelli premiano un villaggio nela provincia limitrofa alla capitale (off: scelga il giocatore quale), due contadini - un uomo e una donna - diventano eroi nazionali. (+10 di un materiale a scelta del giocatore tra quelli prodotti dalla provincia)

2) Mercato nazionale:

- Pietra al posto di bagliopietra, rapporto 1:1

- Pietra al posto di redstone, rapporto 3:1

- Cibo al posto di carta, rapporto 2:1

- Pietra al posto di sandstone, rapporto 2:1

- Cibo al posto di sandstone, rapporto 1:1

- Cibo al posto di oro, rapporto 1:15

- Pietra al posto di oro, rapporto 1:30

- Suini al posto di oro, rapporto 1:35

- Suini al posto di redstone, rapporto 1:3